martedì 13 febbraio 2018

Quanto tempo ancora per la Fusione o le Fusioni?

Quando passano la palla ai romandioli?
Sono passati anni ormai dall'apertura del dibattito a Lugo per merito dell'Associazione EVivaLugo ispirata a Valter Ricci Bitti, soprattutto ancora di più dall'approvazione delle norme nazionali e regionali che promuovono le Fusioni e le finanziano, tre anni da una campagna elettorale in cui il tema fu discusso e ne uscì la "promessa" che il tema sarebbe stata all'ordine del giorno di una consiliatura che si avvia alla sua ultima parte.

Un unico Comune di oltre centomila abitanti con un rango, un peso politico pari a quello delle altre città della Romagna?

Di Lugo con San'Agata per garantire al comune più piccoli tutti i servizi del capoluogo, così come accade, ad esempio, per Voltana?

Ma il Sindaco di S. Agata Emiliani dice che di "soldi ne hanno sin troppi e non ne servono altri dallo Stato e dalla Regione".

Al contrario Ranalli ritiene la Fusione "una grande opportunità che porterebbe notevoli contributi per dieci anni ma purtroppo per ragioni di campanilismo non è stato possibile portare a buon fine questo progetto".

Tra la vicinanza e le forti omogeneità di Conselice e di Massa Lombarda? Tra Cotignola, Bagnacavallo e Bagnara? Tra Fusignano ed Alfonsine?

"Per il futuro - dice comunque Emiliani - non ci precludiamo mai alcuna prospettiva, sempre nell'interesse dei nostri cittadini".

"Nostri" di proprietà, da portare, guidare paternamente? 

Su un tema di tale rilevanza quanto dovremo aspettare ancora per "dire la nostra", tutta la "Cosa Pubblica è roba nostra", a partire dalle modalità con cui farcela gestire.

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento