giovedì 1 febbraio 2018

Sessant'anni di scoutismo Imolese

Oggi un convegno sull’educazione, sabato 3 il rinnovo della promessa



I gruppi scout imolesi si apprestano a celebrare il sessantesimo anniversario della nascita dello scoutismo cittadino. Le iniziative in programma questa settimana si concentrano in due date.

Nella serata di oggi, giovedì 1° febbraio con inizio alle ore 20.45 è stata organizzata una tavola rotonda sul tema dell’educazione con i giovani presso il cinema parrocchiale di Nostra Signora di Fatima. «Abbiamo invitato il responsabile regionale dell’Agesci Andrea Provini e il dottor Stefano Costa, entrambi con ampia esperienza in ambito educativo e Terzo settore – illustrano gli organizzatori -.

Desideriamo in questa occasione condividere le nostre domande con i due relatori al fine di sviluppare delle riflessioni di più ampio respiro e interesse e per questo auspichiamo la presenza di chi ha responsabilità politiche e sociali nel territorio in cui si esprime la nostra azione educativa. L’invito quindi è rivolto ai capi scout, ai genitori, ma anche agli insegnanti e ai politici, insomma a tutta la città».

Successivamente, sabato 3 febbraio si vivrà un momento celebrativo, per tener viva la memoria. Alle ore 18 il vescovo di Imola monsignor Tommaso Ghirelli officerà la santa Messa presso la chiesa dell’Osservanza. «Alla Messa parteciperà il gruppo scout Imola 1, le comunità capi degli altri gruppi cittadini (Imola 2, Imola 3, Imola 4), il Movimento Adulti Scout e tanti amici che hanno indossato l’uniforme scout in gioventù – continuano a spiegare gli organizzatori dell’iniziativa -.

A seguire ci sposteremo nel refettorio del convento per una cena a buffet per la quale chiediamo una piccola offerta di 10 euro: tutto il ricavato verrà destinato al restauro, già in corso, del convento. L’Osservanza, attuale sede tra l’altro del Gruppo dell’Imola 1, è un luogo con un significato speciale per noi: il 2 febbraio 1958, infatti, qui pronunciarono solennemente la loro promessa “verso Dio e verso il Paese” i primi lupetti, dando quindi vita al primo gruppo scout di Imola e alla rinascita del movimento in città».

Per quanto riguarda le iniziative editoriali, è ancora disponibile il calendario 2018 che ricorda i primi 60 anni di attività scoutistica in città, mentre a breve saranno realizzati un dvd sulla storia dello scoutismo imolese e un libro sulle avventure vissute dai capi, dai ragazzi e dai genitori nell’ultimo periodo.

«Tutta la cittadinanza, in particolare chi ha fatto parte della nostra associazione in tutti questi anni, è invitata a partecipare a questi momenti di festa» è l’invito dell’associazione.

Per informazioni e/o interviste è disponibile: Fabio Galavotti 335-5683640
Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento