sabato 17 febbraio 2018

Stabilizzazioni e non, tempi determinati dell'Ausl Romagna

Roberto Baroncelli
Riceviamo dalla CISL e pubblichiamo 

Oggi saranno pubblicati gli avvisi per le stabilizzazioni.


Per chi ha i requisiti previsti dalla norma, dopo anni di precariato, si apre quindi la concreta

possibilità di essere assunti a tempo indeterminato da subito e comunque anche fino a tutto il 2020.

Ma diciamo subito ai molti che non hanno i requisiti che non devono assolutamente disperare.

Infatti il processo di stabilizzazione avviato lascia comunque ampi spazi per la proroga dei loro contratti, secondo i termini di legge.

La CISL FP ha a cuore la tutela di tutti i lavoratori e si impegnerà quindi affinché a tutti sia
garantita continuità lavorativa.

I bandi di stabilizzazione saranno tre e siamo fin da ora disponibili ad assistere gli interessati nella compilazione delle relative domande.

I primi due (per figure sanitaie/assistenziali e non) conterranno anche i posti disponibili alla stabilizzazione per ciascun profilo per un totale di 240 posti (infermieri 120, operatori socio sanitari 50, autisti ambulanza 12, ostetriche 7, educatori 7, logopedisti 6, fisiopetrapisti 9, tecnici laboratorio 7, tecnici radiologia 1, assistente sanitario 2, dietista 1, audiometrista 1, ortottista 2, necroforo 7, ausiliario 4, assistente tecnico apparecchiature biomediche 4). Questo è solo il numero minimo da cui si inizia, perché le graduatorie resteranno valide fino al 30.12.2020, permettendo sicuramente altre assunzioni.

Il terzo bando invece avrà carattere ricognitivo, in attesa della definizione dei fabbisogni occupazionali dei profili non indicati nei primi due avvisi. Dovranno presentare domanda in relazione a questo avviso tutti coloro i quali posseggono i requisiti ma il cui profilo non è stato indicato espressamente nei primi due.

I punteggi per la formulazione delle graduatorie saranno così attribuiti in relazione al servizio prestato nel profilo oggetto della stabilizzazione:

· 2,4 punti per ogni anno lavorato come tempo determinato presso le aziende del servizio sanitario regionale dell’Emilia Romagna

· 1,2 punti per ogni anno lavorato come tempo determinato presso qualsiasi azienda del SSN

· 1,2 punti per ogni anno lavorato come contratto flessibile (co.co.co, co.co.pro., libera professione) presso le aziende del servizio sanitario regionale dell’Emilia Romagna

· 0,6 punti per ogni anno lavorato come contratto flessibile (co.co.co, co.co.pro., libera professione) per un’ azienda del SSN fuori dall’Emilia Romagna

· 3 punti a chi sarà in servizio come tempo determinato presso l’ente in cui presenta la domanda alla data di scadenza del bando
Avranno inoltre priorità di assunzione coloro i quali erano in servizio alla data del 22 giugno 2017, come previsto espressamente dalla norma.

A differenza di chi si limita a denigrare il lavoro altrui perché non ha risultati da offrire, la CISL FP è orgogliosa di portare risultati concreti agli operatori che quotidianamente garantiscono i servizi.

Per qualsiasi info e assistenza alla compilazione del bando è possibile rivolgersi ai nostri referenti. 


Roberto Baroncelli
Segretario Generale CISL FP Romagna

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento