sabato 17 febbraio 2018

Un nuovo prodotto turistico

Due regioni in campo


L'Emilia-Romagna, la Romagna e la Toscana fanno squadra unica, collaborano, "fanno insieme", attraverso il Progetto "Le Vie di Dante".

Non come fanno altre regioni in modo generico,  come ad esempio le Marche, ma con una specificità, con particolari attrattività, com'è giusto fare oggi sul mercato turistico, sempre più in crescita.

Il progetto interregionale dedicato ai luoghi tra Toscana e Romagna che Dante attraversò dopo il suo esilio nel 1302, da Firenze sino a Ravenna.

Una brochure il 4 lingue e un sito internet promuovono una nuova meta turistica da Firenze a Scarperia e San Piero, a Borgo San Lorenzo, a Crespino del Lamone, a Marradi, a Brisighella, a Faenza e a Ravenna, una meta promossa da Apt Servizi Emilia Romagna e Toscana Promozione Turistica.

A Contraddistinguere le "Vie di Dante" è anche uno specifico logo che richiama il percorso immerso nella natura dell'Appennino.

Il progetto è presentato alla Bit (Borsa del Turismo milanese) con adegutai strumenti promozionali e un'offerta di proposte soggiorno, frutto degli incontri con gli operatori dell'ospitalità (B&B La Ginestra di Crespino del Lamone, arrian@tin.it) dei territori coinvolti.

Quello proposto dal progetto è un itinerario slow in bici, a piedi o in treno lungo l'antica via ferroviaria Firenze-Faenza, collegata anche a Ravenna, visitando i luoghi dove Dante passò e visse da esule tra arte, cultura, enogastronomia e natura.

Ancora è stato siglato a Roma tra Trenitalia e l'Associazione "I Borghi più belli" per visitarli in treno, un viaggio lento alla riscoperta del tesori del Belpaese. 

La partnership nasce dopo la crescita del 7 per cento dei viaggi per turismo sui treni regionali (con il contributo del Circolo La Ginestra di Crespino del Lamone) con l'obiettivo di valorizzare il grande patrimonio di storia, arte, cultura, ambiente e tradizioni presente nei piccoli centri raggiungibili con il mezzo di trasporto più ecologico, conveniente e sicuro.

Le destinazioni saranno promosse sia sugli schermi delle sef-service di Roma Termini che sul palinsesto video a bordo dei treni regionali.

Nei fine settimana - ha sottolineato la direttrice della Divisione passeggeri regionale di Trenitalia, Maria Annunziata Giaconia - i treni diventano uno dei mezzi preferiti per i viaggi di piacere e le gite fuori porta. Questo perchè coniugano la comodità e il comfort con il rispetto per l'ambiente, senza contare la convenienza e il relax di non doversi preoccupare del traffico stradale e in inverno delle condizioni meteo. Ecco perchè l'alleanza tra Trenitalia e i Borghi più belli d'Italia diventa una partnership strategica in favore di un turismo semplice e sostenibile".

Cinque anni fa lanciammo suol vostro quotidiano il Progetto del Treno di Dante, basta avere pazienza quando le idee sono buone....

http://www.di-tv.net/video/le-vie-di-dante-alla-bit-2017/

Guardatelo il video, merita


Il Treno di Dante alla sua stazione più alta di Crespino del Lamone
Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento