sabato 31 marzo 2018

Aumento della TARI

Riceviamo dal M5S e pubblichiamo

Il Consiglio Comunale di Lugo è stato chiamato a votare l'aumento della TARI, la tassa sui rifiuti.


Nonostante i rincari registrati già negli anni passati, il PD, con i voti contrari di tutta l'opposizione, ha approvato l'aumento della tariffa per lo smaltimento dei rifiuti di oltre due punti percentuali per gli edifici residenziali, mentre la variazione per le attività economiche del territorio sarà ben più consistente.

L'aumento di spesa per i cittadini lughesi è conseguente alla stima di ATERSIR, l'agenzia territoriale che emana i bandi per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, dell'aumento dei costi di gestione del servizio.

Secondo il capogruppo del M5S Coppola “i piani economici e finanziari che abbiamo visionato non riportano elementi significativi che giustifichino questo aumento. C'è soltanto un generico riferimento ai mancati introiti generati da cittadini morosi o da crediti inesigibili, ma si parla di cifre molto contenute. E non ci è stato sottoposto alcun piano di investimenti da finanziare con l'aumento della tariffa”.

“Quello che risulta, in pratica, è che a un certo punto ATERSIR si sia resa conto che la gestione corrente, cioè la spesa generata dall'ordinaria amministrazione del servizio da parte di HERA, sarebbe stata più onerosa del previsto. E invece di prevedere un piano di rientro dei costi e una gestione più razionale delle risorse, ha pensato bene di chiedere più soldi ai cittadini!”

“In effetti la questione è talmente torbida che i nostri colleghi del M5S di Cervia ci hanno riferito che il sindaco Coffari, del PD, potrebbe decidere di adire alle vie legali contro ATERSIR per la scarsa documentazione che l'agenzia ha messo a disposizione nel giustificare l'aumento dei costi”.

“Dunque non capiamo per quale motivo il PD di Lugo abbia rinunciato alla possibilità di opporsi ad questo aumento ingiustificato, a differenza di quanto prevedono di fare altre amministrazioni della provincia di Ravenna.

Questi aumenti sono una beffa per tutti quei cittadini che si impegnano ogni giorno nella raccolta differenziata, e abbiamo l'impressione che l'amministrazione lughese non abbia alcun interesse ad incentivare pratiche più virtuose che mirino all'abbassamento della tassa dei rifiuti. Per cui, ancora una volta, i lughesi dovranno rivolgersi al M5S affinché anche in questo ambito le cose migliorino, proprio come è accaduto nelle recenti elezioni nazionali. E ovviamente noi non ci sottrarremo al compito!”

Domenico Coppola

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento