mercoledì 28 marzo 2018

Bagnacavallesi nel mondo

Incontro con Jessica dalla Svizzera e Christian dal Regno Unito


Un nuovo incontro con i Bagnacavallesi nel mondo si è tenuto nella sala della Giunta nel Municipio di Bagnacavallo. 



Alla presenza del sindaco Eleonora Proni, del vicesindaco Matteo Giacomoni e dei rappresentanti dell’associazione Amici di Neresheim Gabriella Foschini e Francesco Ravagli, i due giovani bagnacavallesi Jessica Foschini e Christian Perrone hanno portato la loro esperienza di italiani all’estero.

La trentenne Jessica Foschini, dopo la laurea in Filosofia, è approdata in Svizzera con il sogno dell’insegnamento. Dapprima a San Gallo, e attualmente a Olten, cittadina di modeste dimensioni ma dalla posizione strategica tra Berna, Zurigo, Basilea e Lucerna, Jessica ha insegnato Storia, Filosofia, Geografia e Storia delle religioni per quattro anni in una scuola italiana.

Nel frattempo, determinata a inserirsi nelle scuole pubbliche svizzere, ha seguito una formazione per l’insegnamento integrando gli esami dell’università e svolgendo un tirocinio, e ha approfondito la lingua tedesca.

Terminato questo percorso, ha ottenuto due supplenze e dal prossimo anno scolastico il sogno di insegnare filosofia e storia in tedesco in una scuola svizzera si realizzerà. Con il ragazzo tedesco che presto sposerà, Jessica conferma la scelta che ha fatto: «Nel futuro mi vedo in Svizzera, o al massimo a Freiburg, in Germania». 

Christian Perrone, classe 1994, racconta di aver realizzato nel Regno Unito il suo sogno da quando aveva 7 anni: volare e diventare un pilota di aerei di linea. Con le idee chiare sin da bambino, ha studiato all’Istituto Tecnico Aeronautico di Forlì e ha poi frequentato una scuola per piloti a Siviglia.

Ancora prima di terminare il corso è stato selezionato dalla compagnia aerea Flybe, per la quale ha iniziato a lavorare nell’agosto 2015. Inizialmente a Belfast, dal novembre 2016 Christian risiede in Galles, a Cardiff. «Vivo il mio sogno tutti i giorni», afferma Christian, accompagnato dalla fidanzata Leah, conosciuta durante questa esperienza.

Svariati gli argomenti affrontati durante l’incontro: dai piccoli pregiudizi che talvolta emergono nei confronti degli italiani al welfare dei paesi che li ospitano, dalla burocrazia alla sanità, alle differenze tra le varie culture. Quello che è emerso è comunque il legame sempre forte con Bagnacavallo e la famiglia.

L’associazione dei gemellaggi Amici di Neresheim ha tra i propri scopi quello di mantenere vivi i rapporti con i numerosi bagnacavallesi che per i più svariati motivi vivono all'estero. Per questo ha creato la pagina Facebook Bagnacavallo nel mondo e da circa tre anni organizza, insieme all’Amministrazione comunale, incontri con i bagnacavallesi lontani quando ritornano in città.
Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento