martedì 20 marzo 2018

Classi dello Stoppa a Bologna per “Cervelli ribelli”

All"estero" ma ci piace



Le classi 2e E, F, G Servizi Socio-Sanitari dello Stoppa, accompagnate dalle proff. Balestri, Colaci, Bandini, Lanconelli, Pirazzini P., hanno partecipato all'evento "Cervelli ribelli" sulla neurodiversità, presso il cinema Odeon di Bologna.





Ecco la vivace testimonianza fatta dalla 2F, dal titolo “Non fare l’autistico”.

“Non fare l’autistico” è una frase, che ci ha colpito molto, tratta dal docufilm di Gianluca Nicoletti “Tommy e gli altri”. In tale opera, il regista si rivolge così a suo figlio quando manifesta  aspetti tipici del disturbo dello spettro autistico, come, ad esempio, non guardare negli occhi le persone quando si rivolgono a lui.

Ci ha molto colpito l’atteggiamento di Gianluca Nicoletti nei confronti del figlio perché vuole che faccia cose normali che fanno tutti: arrampicarsi sugli alberi, provare empatia, essere autonomo nell’assumere le medicine, bere la Malvasia, viaggiare per tutta l’Italia.

Le persone con disturbo dello spettro autistico manifestano comportamenti “diversamente normali”, a volte comportamenti-problema (movimenti ripetitivi, agitarsi di fronte a persone estranee, gelosia nei confronti di uno dei genitori, farsi del male/autolesionismo, a volte aggressività verso altre persone).

Permettendo ai ragazzi di svolgere delle attività che piacciano loro e li gratifichino e attraverso le quali sfogare le loro energie, questi comportamenti in alcuni casi possono scomparire nel tempo.
I ragazzi sono molto diversi tra di loro, alcuni sono molto intelligenti e simpatici. (gb)
Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento