martedì 13 marzo 2018

Il mistero della materia oscura

Sabato prossimo 17 marzo

Se osserviamo il cielo durante una notte limpida, a occhio nudo o con l’utilizzo di telescopi, noteremo un’infinità di sorgenti luminose.
Pensare però che queste sorgenti luminose siano la sola presenza di materia nello spazio ci farebbe commettere un grosso errore. 

Da osservazioni astronomiche e dallo studio del moto di stelle e galassie si è ipotizzato che la materia visibile sia una minima parte, circa un quinto, della materia presente all’interno dell’universo. 

A questo diverso tipo di materia che non emette radiazione elettromagnetica, non interagisce con la materia ordinaria e sfugge ai nostri occhi e telescopi è stato dato il nome di materia oscura. 

Oggi si pensa che tutte le galassie, compresa la via lattea, siano immerse in un alone di materia oscura. 

Se così fosse, la terra che gira intorno al sole, attraverserebbe continuamente questa nube di materia oscura, senza interagire in maniera apprezzabile con essa. 

Per “svelare” il mistero della materia oscura l’Associazione per lo sviluppo della cultura-Università per adulti di Lugo ha invitato il Dott. Anselmo Margotti dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Bologna che terrà una conferenza sabato 17 marzo 2018, alle ore 16,30, nella Biblioteca del Liceo di Lugo, Viale degli Orsini,8.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento