venerdì 2 marzo 2018

Il rapporto tra maestro e allievo

Nella mostra fotografica Bottega ad Alfonsine


L’esposizione inaugura Domani sabato 3 marzo al Museo della Battaglia del Senio.

Inaugura domani sabato 3 marzo alle 17.30 nel Museo della Battaglia del Senio, in piazza Resistenza 2, la mostra fotografica “Bottega”, presentata dal Fotoclub Controluce di Alfonsine in occasione del suo 25esimo anno di attività.

La mostra espone le foto di Daniele Casadio, Alex Majoli, Arianna Arcara, Luca Baioni, Andy Rocchelli, Alessandro Sala, Luca Santese, Gabriele Micalizzi e Marco Zanella.

Il tema protagonista dell’esposizione riguarda il principio d’insegnamento basato sul passaggio diretto di conoscenze da maestro ad allievo. Questo legame si basa su un processo lungo e costante, in cui maestro e allievo convivono fianco a fianco ogni giorno, condividendo spazi, mezzi e modalità di lavoro. 

Le foto esposte nella mostra raccontano il passaggio attraverso più generazioni e più realtà di un percorso formativo dove la precisione e la dedizione al lavoro costante e quotidiano hanno lasciato un segno ben definito nella preparazione professionale, artistica e umana degli autori.

Durante l’inaugurazione alcuni degli autori illustreranno il percorso da cui è nata l’idea attorno a cui ruota la mostra.

L’esposizione rimarrà al Museo del Senio fino al 25 marzo e sarà visitabile tutti i giorni dalle 9 alle 12 e il lunedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica anche dalle 15 alle 18. L’ingresso è libero. Dopo l’inaugurazione è previsto un buffet. 

Le generazioni cui si vuole dar voce nell’esposizione partono da Daniele Casadio, nato a Ravenna nel 1957. Entra nel mondo della fotografia giovanissimo a fianco di Ettore Malanca e in seguito apre lo studio F45, dove un giovane Alex Majoli inizia la carriera come suo allievo. Dopo l’esperienza di Ravenna, Majoli inizia a collaborare con diverse agenzie, fino ad approdare alla Magnum Photos nel 1996.

La necessità di avere una base lavorativa in Italia lo porta sui colli piacentini, dove crea uno studio e inizia a cercare assistenti. I fotografi presenti in questa mostra insieme a Casadio e Majoli, sono i ragazzi che una decina di anni fa risposero alla sua richiesta di collaborazione e di cui Alex è diventato maestro.

Sotto la sua guida il gruppo ha dato vita a Cesura, un collettivo indipendente di fotografi attivo da 10 anni che spazia dalla produzione di progetti fotografici alla carta stampata, tramite la sua casa editrice indipendente, e laboratorio di stampa e produzione mostre.
Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento