sabato 10 marzo 2018

Immagini di sport lughese di "qualche" anno fa

1976 - Boxe, Motociclismo, Basket, Volley e Atletica in evidenza 
di Ivan Rossi


Continua l’attività frenetica della Boxe. I talenti non mancano, alla palestra ENAL, allenato da Santandrea e sotto la guida di Primo Venturelli, si fa notare un giovanissimo di Bagnacavallo che farà molto parlare di se, Francesco Damiani.


Momento d’oro anche sulla sponda Cumali che vanta un gruppo ragguardevole di giovani, e interessanti pugili, tra i quali si distinguono Enrico Di Leo, Enrico “bibi” Cumali (chiamato a Fiuggi per la Preolimpica), Franco e Antonio Moia, Luigino Lani, Augusto “ciccio” Dal Monte e Dente, a loro vanno aggiunti: Marino Pagani, Rocco Friso, Gulminelli e Strocchi. Un particolare singolare: in occasione della riunione di S. Stefano, saliranno sul ring ben cinque pugili della Cumali Boxe, parenti tra loro: i fratelli Moia, Strocchi, Di Leo (che batte Mulas), e Cumali.

L’ambiente locale del motociclismo è in subbuglio per le polemiche sollevate dal Moto Club S. Lorenzo che ritiene d'avere la precedenza, nei confronti dell’altro sodalizio lughese, per l’organizzazione di prove internazionali. La protesta del club, presieduto da Gian Paolo Tozzi, sarà ufficializzata con un atto formale nei confronti della Federazione, ma la decisione (già resa pubblica) di affidare una gara al Moto Club Baracca, non sarà modificata. 


La manifestazione, intitolata Primo Trofeo Motociclistico Internazionale Senior “Città di Lugo”, si tiene il 27 e 28 marzo nel circuito d'Imola ed ha un gran successo, reso evidente anche dai nomi dei centauri che salgono sul podio. Nella 125 al primo posto si piazza Paolo Pileri, mentre il forlivese Otello Buscherini (Diemme) è primo nella 250 (2° Proni) e nella 350 (2° Proni e 4° Lega). 

Nella gara delle 500, ennesima vittoria per il grande Giacomo Agostini. Le gare riservate alla categoria Juniores sono dedicate a Sante Geminiani, nella ricorrenza del 25° anniversario della morte avvenuta durante le prove del Gran Premio dell’Ulster sul circuito di Clady.

Con la scuderia Diemme gareggiano vari piloti. I più attivi, nella prima parte della stagione, sono Buscherini e Proni, che ottengono vittorie e piazzamenti nel Campionato Italiano. In una trasferta in Australia è con loro pure Marco Lucchinelli e, al ritorno in Italia, si aggrega anche l’australiano Avant Stuart, che fisserà per qualche tempo la propria dimora a Lugo. Stuart gareggia con una Suzuki 500 (quattro cilindri).

Buscherini purtroppo, appena lasciata la Diemme per la Venemotos, muore in un incidente nel circuito del Mugello, il 16 maggio. Nel frattempo alla scuderia lughese giunge Franco Uncini che dimostra subito gran classe e coraggio, ottenendo numerose vittorie nel Campionato Italiano e alcuni podi nel mondiale. Per il Moto Club Baracca, Riccardo Romeri vince il titolo italiano Velocità Junior classe 500.




La crisi di risultati e i problemi economici del Baracca si ripercuotono anche a livello dirigenziale. I copresidenti Polgrossi e Pattuelli, in difficoltà, cercano soluzioni alternative, che portino a un allargamento del gruppo dirigente, in vista del campionato 76/77. 

L’operazione è affidata a un ingegnere bolognese, Sergio Cappelli, che assumerà le funzioni di Direttore Generale. La presidenza sarà affidata all’ex calciatore Amleto Rambelli, affiancato da un gruppo di soci: Rino Melandri, Giuseppe Sangiorgi, Bruno Petroncini, Giovanni Floridan, Miro Magnani, Giacomo Camiletti; Direttore Sportivo è Lanfranco Forghieri e il segretario Nerino Tabanelli; in panchina, Bruno Pollini sostituito poi da Doriano Tamburini. 

Nelle varie operazioni di mercato, da rilevare l’acquisto di Dehò, già in serie A con l’Inter. Il calciatore voltanese Daniele Baroncini, ceduto dal Baracca alla Juventus, disputa la sua unica partita con la prima squadra (entrato al 65° in sostituzione di capitan Furino) in occasione di una gara amichevole col Verbania organizzata per l’addio al calcio di José Altafini.

La SIREA Pallavolo Lugo è promossa in serie C. Questa la rosa della squadra: Maurizio Galeotti, Moreno Cerquetti, Roberto Bosi, Vincenzo Geminiani, Vincenzo Dall’Olio, Carlo Galamini, Alberto Cricca, Daniele Gurioli, Fulvio Colletti, Roberto Ballardini, Paolo Baruzzi. Allenatore Paolo Giornelli. Presidente Carlo Bagnaresi.

Il basket femminile raccoglie i frutti del buon lavoro svolto negli ultimi anni. La formazione dell’Amog di patron Tabanelli, grazie ad alcune individualità di assoluto valore e all’ottima preparazione impartita da Louis Laghi, conquista la promozione in serie C.


Sono ben diciannove le/gli atlete/i della Diemme in graduatoria nazionale.

Allieve: Reana Ravaglia m.100 (12”8), m.200 (26”8); Matilde Brignani alto (1,60), pentathlon (2.569); Marina Ravaglia 100hs (16”7), alto (1,55), lungo (5,44), peso (9,01), giavellotto (28,98), pentathlon (3.241). Junior F.: Ivana Bacchini 400hs (76”2); Maria Farolfi giavellotto (23,20). Senior F.: Marina Spiga 400hs (79”2). Allievi: Antonio Margotti m.3000 (9’10”0); Marco Cuffiani 400 hs (60,5); Andrea Vaccari alto (1,90); Franco Martoni asta (3,20), disco (34,80), giavellotto (44,72); Angelo Venturelli triplo (13,15); Michele Randi triplo (12,80); Gian Carlo Randi disco (37,04); Sante Morelli martello (32,28); Valentino Baioni martello (25,76). Junior M.: Claudio Visani m.1500 (4’03”5), m.3000 (8’47”8) e 5000 (15’25”6); Emanuele Ravaglia asta (3,40), decathlon (3.826); Guido Baroncini martello (33,64). Senior M.: G. Paolo Cavallucci asta (3,60).





26 Dicembre - 5ª GIORNATA DELLO SPORT
Premi speciali

LUISELLA SAVIOLI (ENAL Judo Club) Campionessa Italiana Judo Cat. Juniores

CARLO LUCCHESI (Tiro a Segno Nazionale) Campione Italiano Carabina Libera

FAUSTO TONI (pilota) e ALFREDO SPINI (passeggero) Vincitori del 1° Campionato Italiano di Side-Cars con Moto Gilera 500




Ivan Rossi
Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento