sabato 17 marzo 2018

Immagini di sport lughese di "qualche" anno fa

Fioranna Venturini, Adriana Cellotto e Alessandra Coletti tre ragazze lughesi in serie A 

FIORANNA VENTURINI

Si avvicina giovanissima al basket nelle file dell'Amog Lugo e il suo primo maestro sarà Louis Laghi.

Con la società lughese ottiene la promozione in serie C, nel campionato 1975/76.

Dal nove al 19 settembre del 1977, partecipa alle selezioni per la Nazionale Cadette a Leffe (BG) e arriva subito il gran balzo in un club di serie A, con il passaggio all'Omsa Faenza (1977/78), dove rimarrà fino l’anno della retrocessione in A2 (1981/82).

Il campionato 1982/83 lo gioca con la Giemme Bologna (serie B) per poi tornare a Faenza e conseguire con l’Omsa il ritorno in A 1.

Nel 1985/86 è all'O.M.T. Tartarini (serie B) di Castel Guelfo; al terzo campionato, con la squadra castellana, assapora di nuovo il gusto della serie A 2. Nel campionato 1990/91 passa all'Evangelisti Bologna e, dopo un anno di serie B, giunge un’altra promozione in serie A 2.

I suoi allenatori: Laghi - Agresti - Mariani - Valli - Bongiovanni - Paganelli - Cavazza.

Tratto da: "100 - 1909/2009 un secolo di sport a Lugo a partire dal Club Sportivo Romagnolo - 1914/2014 Lugo nel Giro d'Italia" Edit Faenza 2014. 



ADRIANA CELLOTTO 


Al termine della stagione sportiva 1980/81, la pallavolista dalla Virtus Lugo approda a Faenza, in serie B dove, con la società manfreda, vince subito il campionato. Alla “Cassa Rurale” Faenza giocherà sei campionati, sempre tra A2 e B1, con allenatori del calibro di Montevecchi e Beccari.

Nel 1986/87 è tra le protagoniste della promozione in A1. Passa poi al Castel Bolognese (C2) e in quattro anni, con le sue schiacciate, porta la Copma alla B1.

In carriera vanta ben sette promozioni.

Tratto da: "100 - 1909/2009 un secolo di sport a Lugo a partire dal Club Sportivo Romagnolo - 1914/2014 Lugo nel Giro d'Italia" Edit Faenza 2014.


ALESSANDRA COLETTI

Inizia l'attività nella Fulgur Bagnacavallo in serie C. Due anni dopo passa all'Olimpia Teodora, entra così a far parte, anche se non nel sestetto titolare, della mitica squadra ravennate vincitrice di ben 10 scudetti consecutivi. La "centrale" lughese resta due anni agli ordini di Sergio Guerra. Terminata l'esperienza nella città portuale torna a Bagnacavallo dove disputa un paio di campionati. Dopo due anni di sosta si mette a disposizione della Virtus Lugo e, con la società della sua città, ottiene la promozione in 1° Divisione nel campionato 1898/90.

Tratto da:"Ori ed Allori" di Ivan Rossi - Ed. Walberti -2003

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento