sabato 31 marzo 2018

La Maratona del Lamone

Pasquetta nel segno della solidarietà, dell’aggregazione e della caccia al record 



Si corre lunedì 2 aprile a Russi la 42ª edizione della corsa del GS Lamone, con un alto livello tecnico tra i big e l’importante novità della Camminata della solidarietà. E per tutti, ecco la canotta unica e irripetibile della Maratona.
La Maratona del Lamone, in programma lunedì 2 aprile, apre le sue braccia non solo al folto lotto di podisti (oltre 2400, di cui quasi 700 nella corsa di 42 km) che si presenteranno a Russi ma anche a tutti coloro che possono camminare per la salute e per la solidarietà a favore de “Il Mantello”, un’associazione Onlus di Russi che aiuta le persone in difficoltà. 

Con un piccolo contributo a fronte della piadina e dello scaldacollo offerto da Coop Alleanza 3.0, è stata organizzata, infatti, una camminata al seguito della Maratona e a sostegno della onlus russiana: è questa la grande novità dell’edizione n. 42 della Maratona che riparte dal solito, collaudato e affermato programma di iniziative dentro e attorno ad essa ma anche da quel primato mancato. 

Da quei 5 secondi che hanno impedito l’anno scorso a Kagia Samson Mungai di battere il record della corsa russiana, stabilito da Kipkering nel 2008. L’atleta keniano ci riproverà lunedì 2 aprile, ma dovrà fare i conti con due avversari di assoluto valore e spessore tecnico: Jean Baptiste Simukeka, 35enne rwandese, vincitore a dicembre della Maratona di Reggio Emilia, con il crono di 2.16’30”, e il marocchino Youness Zitouni, già vincitore nel 2016 della Maratona di Ravenna, che, dopo il quarto posto dell’anno scorso, e l’ottimo crono (2.17’41”) segnato l’11 febbraio a Marina di Carrara, punta apertamente al podio.

Le speranze della Romagna ricadono su un poker di atleti agguerriti e sempre competitivi: Stefano Velatta, campione italiano uscente di 100 km, Marco Serasini, Matteo Lucchese e Mirco Gurioli.

Tra le donne, assente la vincitrice del 2017 Laura Gotti, che si cimenterà a Milano, occhi puntati su Elisabetta Albertini, atleta nel giro della nazionale azzurra di 100 km. Marta Doko e Stefano Ciotti guideranno la pattuglia dei 26 atleti (numero davvero degno di nota) del GS Lamone, con l’obiettivo di ben figurare.

E’ alto anche il numero delle iscrizioni alla 5000 per Russi - 2° Trofeo Banca di Credito Cooperativo Ravennate, Forlivese e Imolese (partenza alle ore 10.30), che quest’anno taglia il traguardo del quarto di secolo: spicca su tutti il nome di Simone Bernardi, che tenta il bis dopo il successo dell’anno scorso, mentre tornerà sulle strade di Russi Luigi Guidetti, vincitore nel 2005 e nel 2006.

A completare la lista degli iscritti, ci sono anche i partecipanti alle camminate non competitive di 10 e 3 km (partenza alle 9.30); il 5° nordic walking con istruttore in un percorso storico-naturalistico di 10 km (il via alle ore 9.10); il 26° Gran Premio Promesse di Romagna (start fissato alle 9.05) riservato ai bimbi e ragazzi dai 4 a 15 anni che verranno premiati tutti con la sacca della Maratona offerta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, oltre al premio di partecipazione e di categoria. Iscrizioni aperte già da sabato pomeriggio e fino a pochi minuti prima della partenza per tutte le gare.

Tra gli aspetti di curiosità legati a questa edizione, si segnalano – novità assoluta – la canotta celebrativa, unica e irripetibile, della Maratona realizzata da Lab84, che ogni atleta in gara indosserà e che sarà in vendita anche nel corso della manifestazione; la bella medaglia artistica, anch’essa unica e irripetibile, che verrà consegnata a tutti gli atleti che taglieranno il traguardo della Maratona perché chiunque arrivi al traguardo di piazza Farini si può considerare un vincitore vista la fatica sostenuta.

Il Trofeo Avis, giunto alla terza edizione, che verrà assegnato al primo e alla prima maratoneta residente a Russi che completerà la Maratona, per chiudere con il piatto di ceramica di Faenza fatto a mano, che andrà a tutti coloro che parteciperanno, finendole, alle tre gare inserite nel Trittico di Romagna, giunto al decimo anno, di cui la Maratona è da sempre la corsa d’apertura. Seguiranno il 25 aprile la 50 km di Romagna e il 26 maggio la 100 km del Passatore.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento