sabato 17 marzo 2018

Otello, niente di più

Bravissimi tutti gli attori
di Arrigo Antonellini



Il testo più "alto" che sia mai stato scritto portato in scena da dieci bravissimi attori, tutti e dieci bravissimi (caso raro), sono l'esaltazione del teatro, il massimo che si possa godere.

Bellissima le scenografia, cinematografico il mare in tempesta.
  Che i sentimenti umani siano scolpiti da Shakespeare senza limiti temporali è noto: su tutti l'invidia, la carriera, l'arrivismo e poi l'onore e il sesso, le differenze tra i sessi, la gelosia, l'inganno, la menzogna...

Ma il "negro", il diverso, odiato in quanto tale, è un coltello che oggi entra nella piaga dell'intolleranza.

Curioso poi il confronto tra le due protagoniste, tra l'altro in un momento di alta drammaticità, sul tema della "Proposta indecente", l'offerta da un milione di dollari....

Non poteva chiudersi meglio questa stagione di prosa del Rossini, con i suoi alti e bassi.

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento