lunedì 12 marzo 2018

Se sapessimo valorizzare quello che è nostro

Paolo Orfei
di Guido Neri



Centonovanta anni fa nasceva a Massa Lombarda, proprio oggi, Paolo Orfei, capostipite della dinastia circense più famosa d'Italia.

Frequentò il seminario di Imola, dove si appassionò alla musica, ma non fu mai ordinato sacerdote. Anzi lascò la scuola e si mise a girare le piazze con una tromba e facendo acrobazie. 

Ad Argenta conobbe quella che sarebbe diventata sua moglie, la quale aveva un cagnolino ammaestrato e così è nato il circo. 

E' progettata per la tarda primavera, l'intitolazione di una strada nel paese natale e sembra proprio che sarà quel percorso che nei primi anni 50 del secolo scorso veniva percorso dagli artisti dal piazzale della stazione dove erano parcheggiati i carrozzoni (cioè le enormi roulotte di abitazione) e il tendone di piazza Mazzini, passando quindi davanti alla trattoria di "Fasulon". 

Purtroppo per ragioni diverse e non sempre chiare, la data è sempre stata rimandata, purtroppo perdendo per strada la possibilità di avere Moira Orfei quale ospite d'onore, poi è mancato Nando Orfei ed ora anche Rinaldo. 

Chissà se riusciremo ad avere Liana Orfei con Riccardo e Stefano Nones Orfei. 

Sarebbe bellissimo vedere la stretta di mano o forse anche l'abbraccio fra Luisa Gardi (erede degli Orfei rimasti a Massa) e Riccardo Orfei che ancora gira l'Europa col suo numero di trasformismo ed illusionismo. 

Per inciso Riccardo Orfei è nipote di Moira che era sua zia. La moglie di Riccardo Isabella Zavatta Althoff Orfei è nata a Lugo. 

Guido Neri

Stampa questo articolo

1 commento:

  1. Grazie,Guido Neri,per questo articolo-Viva Massa Lombarda,la Patria degli Orfei e,del circo tradizionale-(Antonio Scorsone-Ravenna)

    RispondiElimina