giovedì 22 marzo 2018

Tra un anno sceglieremo i nostri Sindaci

Servono le elezioni Primarie


I dati del 4 marzo dicono che alle prossime elezioni comunali i candidati del Pd, del Centro destra e del M5S per la prima volta partiranno tutti e tre con più o meno la stessa base di partenza per vincere e governare i nostri Comuni.


Molto probabile infatti che il M5S non presenterà, come successo il 4 marzo, un candidato "espulso" in partenza.

Tra i tre, nei nostri comuni vinceranno i canditati che godranno del più alto livello di fiducia da parte degli elettori.

Fondamentale sarà quindi la scelta dei candidati con i quali ci sarà dato il potere di scegliere i vincitori di una gara che per la prima volta si presenterà particolarmente incerta, ma che già quattro anni fa si concluse solo al ballottaggio.

E non c'è miglior modo di sapere chi goda della maggiore fiducia che il chiederlo agli stessi elettori.

Una scelta che ha quindi come più sicuro strumento le elezioni Primarie, il potere costituzionale dell'elettore di decidere direttamente a chi delegare il proprio potere di governo della "Cosa pubblica" e non tra candidati imposti dalle segreterie degli stessi partiti.

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento