sabato 17 marzo 2018

Una notizia così ci fa sorridere meglio alla vita

Una donna rimasta senza benzina e senza soldi e un senzatetto

I protagonisti della bella storia

Kate McClure, una 27enne del New Jersey, Stati Uniti, stava guidando lungo la statale quando si è accorta di essere rimasta senza benzina, ha accostato in una piazzola di sosta e cercato una soluzione. Dopo aver chiamato il fidanzato, si è chiusa in auto: impaurita, sola e senza soldi. In suo aiuto è arrivato Johnny Bobbitt Jr., 34 anni ma già veterano della marina americana caduto in disgrazia e costretto a vivere per strada.

Il senzatetto ha consigliato alla donna di chiudersi all'interno della sua auto, mentre lui si sarebbe recato a comprare del carburante, usando gli ultimi soldi che aveva con sé: 20 dollari. Di fronte a tanta gentilezza, la giovane ha tentato un modo di sdebitarsi. E non avendo nulla con sé è tornata qualche giorno dopo per portare vestiti e un po’ di cibo per il senzatetto.

Una volta entrati in confidenza, Bobbitt ha raccontato il suo passato da pilota di elicotteri di emergenza: un passato nemmeno tanto lontano in linea temporale, ma che sembra lontanissimo per tutte le vicende accadute in seguito. “Sono in mezzo a una strada per mia stessa volontà" ha voluto comunque precisare Johnny. 


"Non ho nessuno da incolpare, se non me stesso". Colpiti dalla storia personale dell’uomo, Kate e il fidanzato Mark hanno deciso di aprire una raccolta fondi per lui, su un sito di crowdfunding. Il risultato è stato superiore a qualsiasi attesa e ha sorpreso la coppia, ma anche il senzatetto gentiluomo. 

In 12 giorni la campagna di sensibilizzazione, aperta con un obiettivo di 10mila dollari, circa 8.500 euro, ha coinvolto quasi 7mila persone per un totale raccolto di oltre 175mila euro. Questi soldi verranno donati tutti a Johnny Bobbitt per l’acquisto di una casa, un’auto, vestiti, cibi e un telefono cellulare.

Ognuno di noi vorrebbe leggere una notizia così ogni giorno per regalare più ottimismo e passione alla propria vita e al proprio domani.

Forse basta guardare con più fiducia al nostro vicino di “banco”.

Tiziano Conti

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento