martedì 10 aprile 2018

Conciliazione vita-lavoro

Sostenere le famiglie che avranno la necessità di utilizzare servizi estivi per bambini

Gli enti organizzatori di centri estivi hanno tempo fino al 27 aprile per aderire al progetto. In maggio l’apertura del bando rivolto alle famiglie per la richiesta dei contributi.
L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha aderito al progetto regionale “Conciliazione vita-lavoro”, per sostenere le famiglie che avranno la necessità di utilizzare servizi estivi per bambini e ragazzi delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado. La finalità del progetto, finanziato con risorse del Fondo sociale europeo, è quella di favorire l’accesso a servizi che favoriscono la conciliazione vita-lavoro nel periodo estivo di sospensione delle attività scolastiche.

Il progetto prevede l’erogazione di un contributo economico settimanale fino a 70 euro, per un massimo di tre settimane di partecipazione, quale abbattimento della retta per la frequenza dei centri estivi nel periodo giugno-settembre 2018.

I DESTINATARI

Sono gli alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado appartenenti a famiglie con un Isee fino a 28mila euro in cui entrambi i genitori (o uno solo, in caso di famiglie monoparentali) siano occupati ovvero lavoratori dipendenti, parasubordinati, autonomi o associati, comprese le famiglie nelle quali anche un solo genitore sia in cassa integrazione, mobilità, oppure disoccupato che partecipi alle misure di politica attiva del lavoro.

I GESTORI PRIVATI

I gestori privati di centri estivi del territorio della Bassa Romagna che intendono aderire al progetto hanno tempo fino al 27 aprile per comunicare la propria adesione; l’avviso pubblico per la manifestazione di interesse è disponibile nell’albo pretorio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, sul sito www.labassaromagna.it . L’obiettivo è quello di creare un elenco dei centri estivi aderenti (comprensivo di quelli gestiti direttamente dagli enti locali) presso i quali le famiglie, che intendono presentare domanda all’Unione per l’assegnazione del contributo, potranno iscrivere i bambini e i ragazzi (il bando rivolto alle famiglie per la richiesta dei contributi sarà disponibile nei primi giorni di maggio).

Tutte le informazioni aggiornate sulla guida ai servizi del sito dell’Ucbr www.labassaromagna.it , alla sezione Infanzia e scuola - Servizi ricreativi estivi.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento