sabato 7 aprile 2018

Immagini di sport lughese di "qualche" anno fa

Lugo - Martedì 3 giugno 1930 Passaggio del Giro d'Italia 
di Ivan Rossi


Il Giro d'Italia, dopo aver interessato la nostra città negli anni 1911, 1914 (con l'arrivo della penultima tappa), 1920 e 1928, transita di nuovo martedì 3 giugno del 1930 per la dodicesima tappa, Forlì-Rovigo (km 188).




La partecipazione dei corridori a quel Giro avvenne a invito, la formula inventata per escludere Binda oggetto delle proteste di molti corridori che si sarebbero rifiutati di partire, consapevoli di non poter competere con lui, se fosse stato alla partenza. Ovviamente il grande campione accettò solo dopo tante insistenze e in cambio di un premio in denaro corrispondente a quanto avrebbe percepito vincendo il Giro e alcune tappe.

Quell’anno il Giro d’Italia prese il via dalla Sicilia, dove vi si svolsero le prime tre tappe. La vittoria finale andò a Luigi Marchisio (Legnano), che resistente fino al traguardo finale nonostante fosse costretto a correre con una benda a un occhio, per aver subito una lesione al bulbo, a causa di un lapillo dell’Etna in eruzione.

A margine pubblichiamo la foto di una pagina apparsa sulla Domenica Sportiva (Settimanale Illustrato della Gazzetta dello Sport), dove l'autore, come capita di sovente, storpia il nome della cittadina (Bagnocavallo); inoltre il sottopasso che appare nel particolare ingrandito della foto, oggi rifatto in cemento armato per l’allargamento della strada, è a Lugo in Via Alberico da Barbiano, in località Villa Magenta.

I corridori molto probabilmente provengono da Bagnacavallo e, al primo incrocio, dopo circa 300 metri dal sottopasso, svolteranno a destra in Via Provinciale Cotignola per attraversare il centro Città percorrendo Corso Vittorio Emanuele (oggi Via Matteotti), Piazza XX Settembre (ora piazze Baracca e Martiri) e Corso Mazzini e procedere in direzione della provincia di Ferrara. I lughesi, come sempre, avevano previsto un traguardo volante e fu Francesco Camusso (Gloria) che in volata distanziò di circa 30 metri tutti gli altri vincendo il premio di 100 lire.

La tappa verrà vinta da Michele Mara (Bianchi). 

Ivan Rossi

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento