giovedì 12 aprile 2018

Juve stratosferica

Non è giusto fermarsi al quanto brucia

Non deve intaccare il dato tecnico, quello di una Juventus che ha giocato la sua miglior partita europea che io ricordi e di anni ne ho tanti.


Una partita che ha detto che ci siamo arrivati, ci siamo al vertice del calcio europeo.

In parte si era visto anche nella partita di andata, con un risultato bugiardo, siamo usciti per quella rovesciata disumana di Ronaldo a Torino, un episodio.


Certo che brucia, soprattutto l'espulsione di Buffon alla sua ultima partita di Champions, l'errore più grave dell'arbitro preso, giovane com'è, dai nervi per aver fischiato un rigore a pochi secondi dalla fine. 
Si sopportano le proteste in una situazione simile, si ammonisce!

Il rigore c'era, se non l'atterra da dietro, avrebbe segnato.

E ai supplementari o ai rigori avremmo anche potuto non vincere... 


Rimane un'impresa storica, rifilare un 3 a 1 al Real, a Madrid. 


Prestazioni straordinarie come quelle dello stesso Buffon, di Douglas Costa, 
di Mandžukić, di Khedira, di Chiellini, di tutti!

Ha ragione Buffon, una partita, storica, memorabile, che solo una squadra ai vertici europei può esprimere.

Il Real non potrà dimenticare il rischio corso e noi questa storica prestazione.

Lo juventino scoppiato

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento