venerdì 27 aprile 2018

La celebrazione della Liberazione a Bagnacavallo

La festa della Liberazione nasce dal rifiuto del pessimismo e dal sentimento condiviso di un dovere di ottimismo


Secondo i Padri della Repubblica occorreva un appello straordinario alla mobilitazione di tutte le migliori energie, in uno sforzo di ricostruzione che tenesse insieme un ottimismo della volontà con un ottimismo della ragione, intesa come tensione a guardare lucidamente al presente per cogliervi le condizioni favorevoli a un progresso.



Di quell’energia, di quell’entusiasmo, di quella capacità di guardare insieme al futuro con coraggio, fantasia e intelligenza hanno bisogno vitale anche i nostri giorni.»

Con queste parole il sindaco di Bagnacavallo Eleonora Proni ha salutato, nella mattinata di mercoledì 25 aprile, i cittadini intervenuti alla celebrazione della Liberazione, iniziata con una Messa al Sacrario dei Caduti, proseguita con un corteo per la deposizione di corone alla stele armena e al monumento ai Caduti e conclusa da un intervento musicale degli alunni delle classi quinte della scuola primaria di Bagnacavallo, in collaborazione con la scuola comunale di musica gestita dall'associazione Doremi.

Analoghe iniziative, con messe e deposizioni di corone alle lapidi dei Caduti, si sono tenute anche in tutte le frazioni, alla presenza dei rappresentanti dell’Amministrazione comunale.

Gli appuntamenti per il 73° anniversario della Liberazionee proseguiranno dal 27 al 29 aprile presso il parco di Masiera con Anpi in festa a cura dell'Anpi di Bagnacavallo: tre giorni di confronti sui temi legati alla R-Esistenza, musica e stand gastronomico aperto tutte le sere e domenica anche a pranzo. 

Per quanto riguarda gli incontri, si inizierà con la presentazione del libro di Carmelo Pecora Resistere era un dovere. Storie di partigiani e staffette (venerdì 27, ore 20.30). Sabato 28 saranno due gli appuntamenti: alle 17 recital tra teatro e poesia E alla fine fu vittoria! omaggio alla partigiana Vittoria Giunti con Massimo Manzoli, Raimondo Moncada, Gaetano Gato Alessi e Lucia Nicuzza Alessi; alle 18 Mai più fascismi, incontro con la Segretaria Generale Cgil Susanna Camusso e musica con Luca Taddia e Fabio Cremonini. 

Domenica 29 aprile la giornata sarà dedicata alle nuove generazioni, con alle 15 il Mercatino dei Ragazzi e concerto a cura dell’associazione musicale Doremi e alle 17 la premiazione del concorso per le scuole primarie e secondarie Buon compleanno Costituzione e musica con Bella Ciao Trio

Questi infine gli appuntamenti musicali in programma: Vittorio Bonetti (venerdì 27, ore 21.30), Briacabanda (sabato 28, ore 21.30), e Khorakhanè (domenica 29, ore 21.30).

Promossi dal Comune di Bagnacavallo in collaborazione con il Comitato Permanente Antifascista, i Consigli di Zona e numerose associazioni del territorio, gli eventi erano iniziati domenica 22 aprile con la consegna da parte dell'Unuci delle bandiere italiana ed europea alle scuole di Bagnacavallo e Villanova e prevedono come ultimo appuntamento, domani, sabato 28 aprile alle 20.30 presso la sala di Palazzo Vecchio, l'incontro Da Caporetto alla vittoria nel cinema italiano con il professor Giorgio Sangiorgi, a cura del locale Gruppo Alpini.

Per informazioni: 389 0003321, bagnacavalloanpi@gmail.com 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento