lunedì 23 aprile 2018

Nuove aule per la Scuola Codazzi-Gardenghi

Gli interventi prevedono la realizzazione di quattro nuovi spazi per la didattica 


Nuovi spazi in arrivo nella scuola elementare “Codazzi – Gardenghi” di Lugo per ampliare e migliorare l'offerta formativa dell’istituto. Partiranno infatti nelle prossime settimane i lavori per l’ampliamento della scuola lughese.


Gli interventi prevedono la realizzazione di quattro nuove aule per la didattica al primo piano, soprelevando la parte bassa della mensa nel lato di via Lino Guerra.
“Gli interventi che inizieranno a breve sono in continuità con numerose azioni svolte sul patrimonio scolastico nel corso degli ultimi anni, e consisteranno nella realizzazione di nuovi spazi e in opere di manutenzione straordinaria – ha dichiarato il sindaco di Lugo Davide Ranalli -. 

La priorità dell’Amministrazione comunale è di adeguare gli ambienti scolastici all’importanza della funzione educativa svolta, per consentire agli studenti e agli insegnanti di vivere al meglio il proprio impegno scolastico; la nostra azione di cura e di attenzione agli spazi che per tante ore vivono i nostri ragazzi vorremmo fosse percepita quale segnale della centralità che la scuola riveste per la nostra comunità”.

Gli interventi, che fanno parte del piano degli investimenti del Comune di Lugo 2018-2020, hanno un costo di 500mila euro.

La scuola elementare “Codazzi – Gardenghi” è stata realizzata in più fasi, a partire dalla fine degli anni Cinquanta, quando è stata costruita la prima parte dell’edificio a due piani. In seguito è stata ampliata, prima in corrispondenza dell’ingresso e poi con quattro nuove aule con il ricavo complessivo di 12 spazi per aule, laboratori e segreteria. 

Negli anni ’80 è stato poi ampliato nuovamente l’edificio con l’aggiunta di cinque nuove aule al piano terra e altrettante al primo piano. All’inizio degli anni 2000, infine, è stato realizzato un ulteriore corpo di fabbrica, comprendente la mensa al piano terra, quattro aule e un laboratorio al primo piano. Negli stessi anni è stata inserita anche la palestra.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento