mercoledì 4 aprile 2018

Pensieri post elettorali. No, tu no!

Di Maio a Berlusconi
di Arrigo Antonellini


C'è tanto dei sentimenti personali nella politica di oggi, dopo la fine delle ideologie?
Renzi? E' antipatico, presuntuoso, invotabile, va bocciato.

Berlusconi...eh no, con lui proprio no, dice Di Maio. 

Ma attenzione, c'è tanto di politico invece in questa "antipatia".

I Cinque Stelle non sono un partito come gli altri, è nato come Movimento e in parte, nonostante tutto lo è ancora, il Movimento del ricambio, del rinnovamento, della terza Repubblica che vuole chiudere i conti con la seconda.

Belusconi è il fondatore della seconda, dopo la fine della prima repubblica con tangentopoli, con la sua discesa in campo.

Il movimento della legalità con un condannato passato in giudizio ?

Ma ancora, i Cinque Stelle le elezioni le hanno stravinte, Berlusconi le ha straperse. 

Il potenziale primo partito della alleanza elettorale di centro destra, Forza Italia, è stato strabattuto da Salvini.

Eppure Berlusconi è talmente bravo da averlo fatto passare sotto silenzio, prima volendo l'alleanza, ora con il come si muove, non certo mettendosi all'angolo, come fa il Pd, ma pretendendo di essere protagonista, non regalando un centimetro a Salvimi.
Impari il Pd come si fa a perdere senza farlo sapere...

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento