venerdì 20 aprile 2018

Pulizie di primavera

A Cotignola cittadini volontari


A Cotignola arrivano le “pulizie di Primavera”: domani, sabato 21 aprile dalle 15 alle 17 è infatti organizzata una giornata volontaria di pulizia degli spazi pubblici. 



La giornata prevede una camminata attraverso parchi e aree urbane, dove i partecipanti raccoglieranno i rifiuti abbandonati, quale gesto che si propone di stimolare atteggiamenti più virtuosi da parte dei cittadini. 

Sarà inoltre un’occasione per ammirare i primi interventi realizzati nell’ambito del progetto “Il verde ci dona”, voluto dall’Amministrazione comunale per implementare il decoro urbano e coinvolgere i cittadini nella cura del bene pubblico. Conclusione con merenda offerta a tutti i partecipanti.

Il ritrovo sarà presso l’ingresso della biblioteca comunale, in corso Sforza 24. La partecipazione è libera e aperta a tutti. I partecipanti sono tenuti a portare i guanti, mentre sacchetti e attrezzature saranno fornite dall’organizzazione.

L’iniziativa è a cura del Comune di Cotignola, in collaborazione con la cooperativa di artigianato culturale Casa del cuculo, il gruppo Cotignola cammina e le associazioni Primola Cotignola, Podisti Cotignola e Società ciclistica cotignolese.

“Auspico che momenti di raccolta come questi stimolino nei cittadini una maggiore attenzione e rispetto del decoro dei luoghi di vita quotidiana e rappresentino un'occasione di educazione, in particolare per i giovani - ha dichiarato Barbara Nannini, assessora alle Politiche sociali del Comune di Cotignola -. Sono felice che tante associazioni abbiano aderito a questa giornata, dimostrando che c’è buona volontà e un desiderio diffuso di maggiore senso civico”.

Per la stessa giornata è previsto in mattinata un intervento di decoro con allestimento delle fioriere in piazza Alberico a Barbiano.

Le immagini della giornata saranno pubblicate su Facebook anche nel gruppo internazionale “Nature & Beach CleanUp Group”, che raccoglie da tutto il mondo interventi volontari di raccolta rifiuti negli spazi urbani e nelle aree naturali, allo scopo di sensibilizzare e “contagiare” sempre più utenti nel rispetto dell’ambiente.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento