venerdì 6 aprile 2018

VinLugo

43 cantine da tutta Italia


Si svolge da oggi venerdì 6 all’8 aprile la quarta edizione dell’iniziativa della Pro Loco dedicata esclusivamente al vino. 42 le cantine presenti da tutta Italia (il primo anno furono 20). Ma ci sarà spazio anche per le birre artigianali e per il food gourmet



Conclusi i mercatini di Pasqua, il Pavaglione di Lugo continua ad essere al centro e nel cuore di tutti i lughesi, e non solo, preparandosi ad accogliere le 42 cantine protagoniste di VinLugo, la prima manifestazione lughese dedicata esclusivamente al vino, ideata da Maria Carlotta Pocaterra, realizzata in collaborazione con i volontari della Pro Loco di Lugo e con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Lugo, giunta alla quarta edizione e in programma da oggivenerdì 6 a domenica 8 aprile 2018 (gli stand saranno aperti il venerdì dalle 20, il sabato dalle 16 e domenica anche a pranzo dalle 12).

E VinLugo, uno dei fiori all’occhiello dell’intensa attività organizzativa annuale della Pro Loco Lugo, torna con la formula che ne ha decretato, fin dal primo anno, il successo: riportare le persone a vivere il Pavaglione, attraverso uno degli strumenti in grado di creare aggregazione - il vino ma anche il food - e per fare conoscere le nuove attività che si sono insediate qui negli ultimi anni. Sono i numeri a certificare l’ascesa di questa idea: partito con venti cantine, già alla terza edizione VinLugo aveva raccolto l’adesione di 35 cantine, e quest’anno si arriva a 42 cantine, molte delle quali regionali (ma ci sono anche cantine da Trentino, Veneto, Marche, Toscana, Sicilia e perfino dalla Francia), con 37 etichette diverse.

L’obiettivo è superare le 15mila presenze fatte registrare nelle tre giornate della scorsa edizione.

“VinLugo è un evento di cui siamo orgogliosi – ammette Mauro Marchiani, presidente della Pro Loco Lugo - perché, come tutte le iniziative della Pro Loco, ha lo scopo di promuovere il turismo a Lugo. Come sempre l’ingresso all’evento è gratuito per permettere a tutti di goderne. Quest’anno saranno presenti 42 cantine, in aumento rispetto alle edizioni passate.

Oltre ai vini saranno presenti anche birre artigianali e street food per soddisfare tutti i gusti e allargare il nostro target. Ringrazio i volontari per il loro prezioso lavoro senza il quale VinLugo, come le altre manifestazioni che facciamo durante l’anno, non potrebbero svolgersi. E mi preme, in questa occasione, sottolineare il valore della rete associativa che insieme alla Pro Loco crea gli eventi. E qui per Vin Lugo sono davvero tante le associazioni che si adoperano per il suo pieno e perfetto svolgimento”.

Concetti ripresi con forza e convinzione da Maria Carlotta Pocaterra, commerciante, ideatrice di VinLugo. “Ringrazio tutte le persone che ogni anno rendono possibile la realizzazione di VinLugo: in primis, i volontari della Pro Loco e i nostri sponsor, senza i quali nulla sarebbe possibile”.

Chi verrà al Pavaglione in occasione di VinLugo, al prezzo di 10 euro, riceverà un calice, con l’apposita taschina da passeggio (l’anno scorso ne furono venduti quasi 4mila), e sette degustazioni consumabili nelle cantine che hanno aderito all’iniziativa e che potranno così far conoscere i loro vini.

Il tutto condito dalle tante novità che accompagnano questa edizione: “Una su tutte è Fuori VinLugo – aggiunge la Pocaterra - ovvero la presenza di birrifici artigianali, che spilleranno birre a volontà, della Bepi Tosolini distilleria, fra le più premiate al mondo, e la cosiddetta caramella beauty. E poi ci sarà un’area food gourmet con i migliori truck d’Italia”.

Non mancheranno poi le iniziative di intrattenimento: conferenze e workshop sul vino di addetti al settore gratuite per tutti, musiche e performance live dedicate alle celebrazioni di Rossini nel 150° anniversario della sua morte, dj set, la prima edizione del concorso fotografico “Emozioni a VinLugo”, a cura di Ars Club 6.0, spettacoli per bambini, per i quali sarà disponibile un “kit bambino” con calice in plastica e tre ticket per degustazioni analcoliche.

Infin, VinLugo 2018 si presenta con un logo nuovo, che unisce il logo originario, ideato da Filippo Maria Ceroni, scomparso di recente, uno degli amici più vicini alla Pro Loco, alla creazione di Federica Carioli; un logo che accompagnerà questa e le prossime edizioni di VinLugo, in omaggio proprio a Filippo Maria.



Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento