sabato 12 maggio 2018

Immagini di sport lughese di "qualche" anno fa

1980 In primo piano Motociclismo, Atletica e Boxe 
di Ivan Rossi


Nasce una nuova scuderia motociclistica legata alla Venemotos (importatrice della Yamaha in America latina), oltre a quella già esistente presso la Somec di S. Agata che avrà come pilota di punta Johnny Alberto Cecotto il quale correrà il mondiale nella 350 e nella 500.






Si tratta della scuderia Ricci Ceramiche, domiciliata presso l’omonima azienda di Via Piratello che potrà contare sul lughese Paolo Ferretti e sul venezuelano Carlos Lavado, il quale fissa la sua residenza a Lugo e qui rimarrà, anche a carriera finita. Il mondiale li vedrà impegnati rispettivamente nella classe 350 e nella 250. 

Nella breve ma intensissima, storia delle scuderie di patron Ricci sono tanti i campioni che cavalcano le sue moto, alcuni in modo continuativo, altri per poche corse o addirittura per una sola (Franco Uncini), tra questi si mettono in evidenza, oltre ai già citati Proni, Martini, Avveduti, Gianni Rolando, Romeo De Martin, Walter Villa e lo sfortunato Ivan Palazzese. Al fianco dei corridori, fondamentale è anche il ruolo svolto dalla manager internazionale di motociclismo, la lughese Luisa Ravaglia.

Rino Melandri, titolare della Diemme, dopo un periodo di distacco, freme per tornare nel mondo delle corse motociclistiche e ottiene dal costruttore Morbidelli la disponibilità di una moto 250. Con la vecchia attrezzatura in dotazione ancora valida e la disponibilità dello staff ex scuderia Diemme, forma un nuovo team che si chiamerà “Ad Majora”, in omaggio a Francesco Baracca. Con l’ingaggio del progettista della Morbidelli campione del mondo con Lega nel ’77, Jorge Moeller, la moto viene sviluppata fino a divenire un mezzo completamente nuovo e quindi tutto lughese. Con quella moto correranno lo svizzero Roland Freimond e Sauro Pazzaglia.

Per la prima volta, un sodalizio lughese, è chiamato a organizzare una prova del mondiale di motociclismo. L’incarico è affidato al Moto Club S. Lorenzo. Le gare si tengono al circuito Santa Monica di Misano. Il 58° G. P. delle Nazioni ottiene un grande successo, testimoniato dai nomi dei vincitori: Eugenio Lazzarini (Iprem Kreidler 50 cc), Pier Paolo Bianchi (M.B.A 125 cc.), Anton Mang (Kawasaki 250 cc), Jonny Cecotto (350 cc), Kenny Roberts (Yamaha 500 cc).

La società Atletica Diemme, per commemorare il suo presidente (titolare dell'omonima azienda assieme ai Melandri), decide di organizzare una manifestazione riservata alle scuole elementari e medie del comprensorio. Nasce così il Trofeo G.F. Deggiovanni. In seguito, la manifestazione sarà riservata esclusivamente alle medie inferiori e vi parteciperanno dai 500 delle prime edizioni, fino ai circa 2.700 ragazzi, alcuni dei quali continueranno poi l’attività, con risultati d'assoluto rilievo vestendo, in alcuni casi, anche la maglia azzurra.

Tra i migliori risultati della squadra ottenuti durante l’anno, da registrare il 42”5 della Staffetta 4x100 maschile (Dirani-Facchini-Montevecchi-Emiliani); il 21”1 nei 200 di Montevecchi e i tempi di 1’55”7 (800 metri) e 51”7 (400 metri) fatti registrare da Massimo Mazzotti. In campo femminile buone le prestazioni dell’allieva Anna Ravagli; 12”7 nei 100 metri e 5,01 nel salto in lungo.

Tra i giovanissimi della categoria Ragazzi in grande evidenza i lanciatori di pallina: James Rivola (46,90), Roberto Ghinassi (45,56), Gabriele Longanesi (43,14), Cristina Cavessi (41,20).

Ancora tanto pugilato. In marzo, l’ENAL Boxe, organizza un’altra riunione ad alto livello al Baccarà (con diretta Rai). Il pubblico, dopo aver apprezzato gli incontri di contorno e, in particolare, le vittorie di Bologna (Cumali Boxe) e Stecca (Rimini), manifestò una gran delusione al momento della salita sul ring (contro Gallo, titolo italiano dei pesi piuma in palio), di un Mulas, controfigura di se stesso. Di fronte ad un pugile tenace e dotato di buona tecnica, come il pistoiese, “Alì”, Mulas in non buone condizioni fisiche, alla terza ripresa finì inesorabilmente al tappeto. 

Si scoprì che nella serata precedente all’incontro, non si era comportato secondo i canoni normali di un’atleta. Quest'episodio, che andava ad aggiungersi ad altri poco edificanti, incrinò in modo decisivo l’idillio con Franco Liverani. Terminava così ingloriosamente la sua carriera di pugile.

Notizie flash

- Il Voltana Calcio vince il campionato di 1ª Categoria e passa a quello di “Promozione” (Pasini, Bettoli, Franco Tampieri, Savioli, Mazzotti, Baldo, Claudio Ciani, Piolanti, Agostini, Simoncelli, Luciano Tampieri, Trevisani. Allenatore/giocatore, Domenico Ciani.

- L’ACLI di Lugo organizza una gara podistica, la Camminata di S. Martino, destinata a divenire tradizionale, anche se nel tempo cambierà organizzatori, sedi di partenza e d’arrivo. La gara si svolge sotto la pioggia e i partecipanti sono solamente 60. La vittoria andrà agli atleti di casa Ermanno Serantoni (1°assoluto) ed Emma Fiorani 1ª fra le donne.

- Edoardo Colombi (Edo) è premiato, presso la sede provinciale del Coni, come miglior allenatore di basket della provincia. Edo vanta un passato di giocatore in serie B e C e come allenatore ha iniziato alla Robur, nelle vesti di “aiuto” a Bongiovanni, col quale porterà la squadra "cadetti" al 6° posto ai nazionali d’Avellino, poi sarà vice anche del popolare Pellanera. Divenuto primo allenatore, ha ottenuto il terzo posto nei campionati di promozione 77/78 - 78/79 e il secondo posto nel 79/80.

- A Lugo opera anche lo Sci Club con alcuni giovani impegnati in gare di livello regionale. Si mettono particolarmente in luce, tra gli altri, Massimo Melandri, Mattia Berti, Luca La Vela e i fratelli Glauco e Piero Calderoni. Nelle varie gare cui partecipano, spesso s’imbattono in un giovane bolognese che si allena tutti i giorni, ed ha un allenatore personale, si chiama Alberto Tomba.

- La Libertas Pallanuoto partecipa al Campionato C Promozione con: V. Petroncini, F. Belletti, M. Baldi, S. Mongardi, A. Dall’Osso, M. Ravaglia, A. Guerra, F. Buriani, A. Calzolari, G. Giornelli, A. Jurcovich, F. Longhi, A. Costa; allenatore, M. Buriani.

- New York: Elio Altini (Atletica Diemme) partecipa alla maratona della “grande mela” e giunge al traguardo in 443a posizione su 12.500 partecipanti, col tempo di 2 ore 45’06”. In gara anche Vittorio Piva (4 ore 15’08”).

9ª GIORNATA DELLO SPORT
Premi speciali

FRANCESCO DAMIANI (ENAL Pugilistica Lughese) Olimpionico pesi Supermassimi

ROBERTO BALADELLI (Soc. Karatè Club) 2° class. ai mondiali Semi Contact

ROBERTO BABINI (Judo Club Lugo) Finalista ai Campionati Italiani

ROBERTO GIUGNI Miglior pilota italiano di Kart (a margine della cerimonia gli sarà consegnato un premio speciale dalla Federazione Italiana Karting: una Fiat Formula Abarth.)

Ospiti d’onore

EMILIO MARINI e ALFREDO GIOVANNINI Ex atleti Atletica Leggera




Ivan Rossi

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento