mercoledì 2 maggio 2018

Spettacolosa Caterina Angeli ai nazionali giovanili: argento e bronzo

Tennistavolo ACLI Lugo

di Paolo Caroli



Caterina Angeli dell’ACLI LUGO, allenata da Catalin Picu e Luca Nostri sfiora il titolo, con il secondo posto nel singolo Ragazze ai campionati nazionali giovanili svoltosi a Terni.





E’ stata una finale spettacolare, equilibrata, un’avvincente lotta punto a punto, tra la n.1 Nicole Arlia(MN) e la bagnacavallese n.2; finisce 3/2 per la castellana ( tre set agli spareggi, il quarto a 9 e il quinto a 7). 

Caterina Angeli difende il titolo 2017 coi denti e col cuore, classe cristallina, un’artista della battuta, dà l’illusione di farcela (in vantaggio 5/2 e 3/6 nel quinto), le manca il colpo risolutore pur attaccando con determinazione e l’Arlia, imbattuta quest’anno, recupera, l’aggancia e vince. 

Lo score di Caterina Angeli è impeccabile: vince il girone imbattuta, poi nella fase finale supera Klotz 3/0, Salliu 3/1, in semi batte la toscana Rensi 3/0, 2 set tiratissimi a 11 e 9 e infine la palpitante finale con l’Arlia. 

A podio salgono le prime quattro teste di serie, poi il vuoto.

Arriva anche il secondo podio nel doppio misto Ragazzi in coppia col promettente bolognese della Maior Daniele Rossi, battuti in semifinale 3/1 da Matteucci/Rensi che vincono il titolo su Pezzini/Arlia. 

Gioia Picu nel doppio misto Giovanissimi in coppia con la piacentina del Cortemaggiore Alessandra Benassi strappano un inaspettato quinto posto , perdono nei quarti 3/1 da Dugoli/Tognali che arrivano all’argento.

E’ stata effettuata una gara a cinque tra le escluse alla gara individuale, e Gioia Picu vince la kermesse con 4 vittorie su 4 incontri. E’ di buon auspicio per la prossima stagione.

Soddisfatto il tecnico Catalin Picu della performance di Caterina Angeli; la stagione volge al termine, la prossima importante scadenza sarà il titolo di terza categoria, con le tredicenni “terribili” che se la vedranno con avversare esperte e di lungo corso.

Paolo Caroli    

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento