sabato 14 luglio 2018

Il manuale sui servizi di vigilanza privata e di sicurezza


Il consigliere dell’Anivp Andrea Fabbri

C’è anche un romagnolo nel gruppo di lavoro nazionale che nei giorni scorsi ha predisposto un manuale sui servizi di vigilanza privata e sicurezza.
Andrea Fabbri, consigliere faentino dell’Associazione nazionale istituti di vigilanza privata e servizi fiduciari di sicurezza (Anivp), ha infatti partecipato per Anvip, insieme al segretario generale Marco Stratta, alla stesura delle linee guida per i contratti di appalto relativi ai servizi di vigilanza privata e sicurezza per il mondo retail.

Il gruppo di lavoro che ha preparato queste linee guida era stato costituito dall’Anivp insieme al Laboratorio per la sicurezza, con il supporto di Cersa, dell’avvocato Laura Lenchi (Studio Lenchi - Vigevano) e dell’avvocato Ezio Moro (Studio Moro - Como/Torino).

“Il manuale che è stato redatto permette di spiegare e guidare l'utenza della vigilanza privata, nello specifico le aziende del retail, verso la scelta qualificata dei propri fornitori di sicurezza – spiega Andrea Fabbri -. In particolare, in queste linee guida viene spiegato come devono lavorare e quali sono le caratteristiche d’eccellenza che le aziende devono possedere, ma anche a quali esigenze specifiche devono rispondere. Lo sforzo messo in atto da chi ha collaborato al progetto e l'impegno di Anivp cercano di segnare un evidente solco tra il fornire un servizio e lo svendere manodopera".

Il Manuale elaborato si articola in tre parti principali, che propongono rispettivamente l’analisi delle diverse tipologie di servizio del settore, l’analisi dei criteri di selezione dei fornitori e gli aspetti legali sul tema con particolare attenzione alla contrattualistica.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento