martedì 24 luglio 2018

Non sparlate sul pianista

Quarto e ultimo appuntamento al Chiostro del Monte
di Lucia Baldini


Pienone, tutto meritato, al salotto musicomico incentrato sulle dieci domande che un pianista si sente rivolgere nell'arco della sua esistenza.



Una garanzia il direttore artistico della rassegna, Paolo Parmiani, testi accattivanti frutto dell'inventiva di Giacomo Sangiorgi, il presentatore, di Alessandro Guidi e di Matteo Farnè, pianisti. Coinvolgenti i testi letti, di Baricco e Satie, e le musiche, di Faurè, Mozart, Saint Saens, Debussy, Morricone, Rachmaninov, Billi, Croisez.

Giocare con la musica è una cosa seria, ha affermato Parmiani presentando i tre artisti che si sono esibiti in uno spettacolo veramente sui generis, che ha sfatato in maniera ludica ma non troppo tanti luoghi comuni su chi sceglie di suonare il pianoforte. 

Ecco allora gli interrogativi più frequenti: Perchè non metti un video su Youtube? Tu che hai fatto il Conservatorio, suoni solo musica classica? Perchè chiami l'accordatore? A cosa servono i pedali? Mi insegni a suonare qualcosa? Ma tu mentre suoni a cosa pensi? Vieni a suonare l'organo alla Messa della domenica mattina? Ma ti pagano o lo fai di mestiere? Ma quante ore ti alleni al giorno? La sai fare Per Elisa?

Ecco, su queste domande Giacomo, Alessandro e Matteo hanno costruito una serata gradevole, intelligente, equilibrata, originale. E ora il Chiostro si prepara ad ospitare Input Rossini.

LB

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento