mercoledì 11 luglio 2018

Serata coi Flints al Chiostro del Monte .

di Paolo Caroli 


….Sapore di miele…. Le cover degli anni del Beat 1964/69. 
Questo è stato il programma della serata.


Protagonisti i Flints(Franco Bartolotti, Giacomo Casadio, Flavio Manzato, Roberto Pironi, Mauro Ricci Petitoni , Franco Taroni) inossidabile e collaudatissima band lughese, che hanno accompagnato i tanti spettatori presenti . Venticinque le canzoni suonate, due ore di festa canora, che hanno portato il pubblico negli anni della giovinezza che correva senza paura, coi suoi ideali e slanci vitali. Un tuffo e un viaggio nello scrigno dei ricordi. C’è stato di ogni brano il commento introduttivo da parte di Giacomo Casadio(chitarra-voci), ricco di ironia e di sconosciuti aneddoti sui grandi protagonisti di quegli anni (Celentano,Equipe 84,Dik Dik, I Giganti,Fausto Leali, I Corvi, The Rokes, Morandi, I Nomadi, i Ribelli). 

Piazzetta del Chiostro dunque interamente piena, 240 le presenze e soprattutto tanti volti nuovi,anche da fuori, una platea allargata; un successone, in parole povere.

Prima di recarmi al concerto ero davanti al computer , volevo scrivere qualcosa , ho scritto solo FLINTS, e null’altro.

Ho capito che dovevo prima essere lì. Li ho ascoltati, gli ho applauditi, ho canticchiato sottovoce, anche se sono un po’ “stunat”. Ho ripercorso le esperienze e gli amori di quegli anni, mi sono guardato attorno, e dagli occhi sorridenti di tutti, ho capito che eravamo tornati in quel mondo a noi noto e vissuto, il nostro meraviglioso mondo .

Sul finire bis su due pezzi cantati assieme al pubblico (Tutta la mia città, e Scende la pioggia )e applauso corale.

Raffaele Clò, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio e Banca del Monte di Lugo , ringraziando il pubblico presente per la grande partecipazione, ha strappato la promessa ai Flints di essere presenti anche il prossimo anno, e sarà il quinto, sicuramente con tante novità.

Il ricavato della serata andrà alla Scuola Media Gherardi per acquisto materiale , sezione Musica diretta da Paolo Parmiani.




Paolo Caroli

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento