martedì 21 agosto 2018

La poesia del martedì

Ouarzazate

Ammicca l'alba agente dell'Atlante,
mi gira attorno e mi stordisce
trafitta dal lamento
che il muezzin avvita su nel cielo.
S'increspa il gran mare del buio,
affiora il presepe di palme e cammelli
incantati dal vento.
Accanto si muove un mucchio di stracci
e a terra tintinna il dirham
che ti umilia.


Marcello Savini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento