venerdì 24 agosto 2018

Un tuffo nelle tradizioni contadine

Con la SFUJAREJA


Nell’estate cotignolese torna la Sfujareja, uno dei degli appuntamenti più tradizionali e curiosi del territorio, che animerà il campo sportivo di via Alighieri domani, sabato 25 e Domenica 26 agosto.





Organizzata dalla Società del Passatore, la manifestazione è giunta alla 48esima edizione e prevede due giorni di festa.

Si parte alle 18 di domani con la “Sbiciclettata del Passatore” e il raduno di Ape Car per le campagne cotignolesi. Per tutti i partecipanti, grandi e piccini, saranno disponibili un punto di ristoro e alcuni gadget. In serata, a partire dalle 21, spettacolo con l'orchestra Silvagni. Alle 22.30, invece, si terrà la cerimonia dell’imposizione del cappello a un personaggio cotignolese che si è distinto nel corso dell'anno per qualche merito speciale. Alle 23, infine, è previsto il via ufficiale della Sfujareja d’una völta: i carri portano le pannocchie, le donne le sfogliano e le trebbiatrici ne separano i chicchi per ottenere il frumento.

La festa prosegue domenica 26 agosto. Dalle 18.30 happy hour nel cortile con dj set, drink, pestati e buona birra italiana. Ls musica dal vivo dei Grooviglio e il loro sound anni ’70-’80-’90 è invece in programma dalle 20.30, mentre alle 22.30 arriva la novità di questa edizione: la Sfujareja dei tempi nostri. Per l’occasione i ragazzi si radunano sull’aia per ascoltare musica e sfogliano le pannocchie per avere un ricordo della festa.

Durante la due giorni sarà possibile partecipare al gioco a quiz “Scopri il dialetto romagnolo: la nostra lingua” e i più svelti e preparati potranno vincere bottiglie di vino del Passatore. Per tutta la durata della festa non mancheranno polenta, pancetta e salsiccia in graticola, tagliatelle, cappelletti fatti a mano e il vino “del Passatore”.

L’evento è organizzato con il patrocinio del Comune di Cotignola.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento