sabato 29 settembre 2018

1995 - Davide Cassani vince il Giro della Romagna

Il Giro di Romagna
di Ivan Rossi



Il Romagna ha fatto negli ultimi tempi notevoli passi in avanti, soprattutto dal punto di vista organizzativo e dell’immagine.


Tocca proprio ad un romagnolo in gran forma, suggellare il successo tecnico della manifestazione. Dopo che un numero impressionante di tifosi incita i campioni sulle rampe del mitico Trebbio, la folla presente all’arrivo accoglie con una vera ovazione il solarolese Davide Cassani (MG Technogym) che, durante i tre giri del circuito finale, è riuscito a staccare tutti e a presentarsi tutto solo sotto il traguardo di piazza Garibaldi. Un successo che gli varrà anche l’ennesima maglia azzurra per i mondiali. 

L’atleta di Ferretti precede, nell’ordine, Maurizio Fondriest (Lampre Panaria) e Francesco Casagrande (Mercatone Uno).

Mentre s’inaugura la piscina scoperta, costruita e gestita dai privati sul terreno messo a disposizione dal Comune, si festeggia anche la promozione storica della Pallavolo Lugo. 

Marco Dal Monte, alla seconda stagione a Lugo, dopo aver sostituito l’ex azzurro Aldo Bendandi, riporta il volley lughese in B 1 (dopo lo sdoppiamento del campionato di B Lugo era stata inserita nella B2). Presidente è Carlo Bagnaresi che lascerà il posto a Paolo Contoli. Questa la rosa della squadra che ha ottenuto la promozione: Luca Garavini, Massimo Martini, Emanuele Gulminelli, Dario Tarlazzi, Dario Mercati, Rodolfo Bacchini, Luigi Martini, Davide Collini, Paolo De Angeli, Enrico Minguzzi, Livio Maretti, Roberto Zaniboni. 

La Robur, brillante protagonista del campionato di serie C 1 di basket, non riesce ad ottenere la promozione. La società avrebbe comunque la possibilità di rilevare il titolo dalla squadra di Ferrara (retrocessa dalla B1 alla B2), disponibile a cedere i “diritti”, ma la FIP non avalla l’operazione. Il motivo fondamentale è fatto risalire all’inadeguatezza dell’impianto di Via Lumagni. Il problema riguarda anche la Pallavolo Lugo che dovrà affrontare la B 1. Il Comune, pur avendo sempre come prospettiva la costruzione di un nuovo impianto, cerca di correre ai ripari. Durante i mesi estivi procede, a tempo di record, alla ristrutturazione dell’impianto. Non aumentano i posti, per carenze strutturali che non lo permettono, ma sarà realizzato un parquet di legno, una nuova controsoffittatura e sarà installato un nuovo tabellone elettronico. Costo dell’intervento 175.000.000 di lire. Il 3 novembre, come previsto, avviene la riapertura con un saggio della Società Ginnastica Artistica Lugo e con l’esordio in B 1 della Pallavolo Lugo contro la Sav Bergamo. 

Calcio di buon livello a San Bernardino grazie alla formazione di Nidio Pagani che ottiene la promozione in seconda categoria con nove vittorie, nove pareggi e neppure una sconfitta. Questa la rosa della squadra allenata da Franco Tampieri: Babini, Belosi, Broccoli, Capra, Cenni, Cumali, Dosi, Ferretti, Ferrucci, Fiorentini, Fiori, Gasperoni, Lacchini, Lanconelli, Leoni, Lo Fiego, Mugellesi, Nigrini, Ricci, Roi. Ottimo anche il comportamento del Voltana Calcio che giunge al secondo posto nel campionato di Promozione dopo gli spareggi. Sono previsti dei ripescaggi, ma la federazione preferisce altre squadre con meno diritti (secondo la dirigenza voltanese) e le vibranti proteste non sortiranno alcun effetto. Intanto la conduzione tecnica è stata affidata a Daniele Baroncini. 

Atletica: a Bisceglie, alle Finali Nazionali Femminili del Campionato di Società A2, settimo posto per le ragazze dell’Atletica Lugo Icel con alcune prestazioni individuali di valore assoluto come quelle di Simona Zannotti prima nel salto in alto con 1,74 e di Elena Barangani che, nonostante ragioni di lavoro non le permettano di gareggiare ai livelli di un tempo, si piazza al secondo posto con un ottimo 12”16 sui 100 piani. Seconda anche Francesca Rebecchi nei 5 km di marcia (26’19”10). Due i terzi posti per Cristina Dal Re, nel peso con 12,60 e nel disco con 40,52. Terza anche Eva Siviero (5,61 nel lungo). ). Altre atlete in gara: Mascia Polini m, 800 (2’17”8); Manila Giorgetti m. 1500 (4’38”22) e m.5000 (17’36”78); Licia Faroldi m. 400 (1’02”10); Benedetta Stefanini triplo (11,15); Paola Santandrea 400hs (1’10”61); Pamela Ricci m. 200 (27”64); Laura Ballardini giavellotto (36,28). 

Notizie flash 

- Ciclismo: Oscar Pirazzini di San Bernardino, già collaboratore di Ferretti all'Ariostea, accetta un nuovo incarico accanto al compaesano, quello di vice direttore sportivo della neonata MG. Un’attività intensa e impegnativa che in seguito costringerà Pirazzini a lasciare la presidenza provinciale della F.C.I., sostituito dal ravennate Silvano Antonelli. Durante il suo mandato, come responsabile federale, Pirazzini ha svolto un gran lavoro, per il ciclismo giovanile. Il suo contribuito è stato particolarmente importante per il rilancio del Consorzio Romagnolo per la Pista. Un accordo tra i comitati provinciali di Ravenna e Forlì, nato proprio per promuovere la diffusione del ciclismo su pista tra le giovani generazioni, favorito dalla presenza dell’anello forlivese dello Stadio Servadei. 

- Lugo Città d’Europa, oltre al 2° Torneo F. Baracca di Pallavolo propone una conferenza dibattito dal titolo Crescere con lo Sport con Julio Velasco, Ettore Messina, Andrea Mingardi, Antonello Ferluga, Pasquale Granata, Roberto Lobietti ed Antonio Cabrini. 

- Allo Stadio Comunale tribuna piena di ragazzini delle scuole di Lugo per assistere all’incontro di calcio Under 16, Italia/Ungheria. 

- Aeromodellismo: a Villa S. Martino, oltre alla tradizionale Coppa d’oro e Trofeo F.A., si tiene il 1°Trofeo Cesare Ferroni, gara valida per la Coppa del Mondo di volo vincolato circolare. 

- Podismo: Edgardo Farolfi giunge quinto ai campionati italiani di gran fondo su strada nell’impegnativo tracciato della Pistoia/Abetone percorrendo la distanza di 53 km, tutti in salita, in 4 ore 34’37”. 

Le Maratone dei lughesi: Alberto Ferruzzi (Venezia, Carpi e Russi), Giuliano Ottaviani (Carpi), Pietro Ricci Picciloni (Carpi), Maurizio Facchini (Russi), Giuseppe Babini (Russi), Paolo Zanzani (Firenze e Mugello). Maratona di Vigarano: Emma Fiorani, Giovanni Buldrini, Francesco Biffi, Enrico Tamburini. 

Graduatoria finale del G.P. Promesse di Romagna (17 prove): Patrick Penazzi per il secondo anno consecutivo si aggiudica la propria categoria; a premio anche le sorelle Erika e Ilaria Rossi, Giorgia Conti, Valentina Golfari, Giuseppe ed Emanuela Cancelliere. 

- Impiantistica: su iniziativa di privati nasce il Centro Ippico Lughese. La struttura, sorta in Via Lunga limitrofa al Minardi Stadium, è dotata di un maneggio coperto con possibilità di svolgere il salto ad ostacoli, concorso completo ed equitazione su pony. 

- La manifestazione Mille e un Natale propone anche il ritorno della Boxe al Palazzetto di via Lumagni nel giorno di S. Stefano, mentre la Giornata dello Sport, a causa dell’indisponibilità del Teatro Rossini, si tiene presso il Cinema Giardino. 


24ª GIORNATA DELLO SPORT 

Premi speciali 

NICOLA XELLA Azzurro della Nazionale Militare Campione del Mondo di Pallanuoto. 

ALDO FERRUZZI e TIZIANO SANGIORGI (Aero Club Baracca) Campioni Italiani Elicotteri. 

ROBERTO CUMAN e LUCA MUSETTI (Aero Club Baracca) Campioni Italiani Regolarità Volo a motore Categoria Juniores. 

MONICA BABINI (Sub Baracca) Campionessa Italiana Nuoto Pinnato m.400 e 800. 

FRANCESCA DI GRAVINA (Atletica Lugo Icel) Campionessa Italiana Salto con l’asta Categoria Cadette. 

LUCA GALLETTI (Atletica Lugo Icel) Campione Italiano m.300 Categoria Cadetti. 

SIMONA ZANNOTTI (Atl. Lugo Icel) Campionessa Italiana Salto in Alto Cat. Promesse. 

RITA GRAMIGNA (Up And Down) (Campionessa Italiana UISP Pattinaggio Artistico. 

MASSIMO TUMAINI (Sub Baracca Triathlon) Campione Italiano UISP Triathlon Categoria Allievi. 

ARMANDO CAPUCCI (G.P.A. Lughesina) Campione Italiano FIDAL/Am. Corsa ad Ostacoli m.60 Indoor e m.110 all’aperto. 

PIERINO TAMBURINI (G.P.A. Lughesina) Campione Italiano FIDAL/Am. km.10 Marcia su strada. 

AMBRA BALDUCCI (A.C.F.Zambelli) Azzurra Serie A Calcio Femminile. 

IVAN TOSI e GIAN LUCA ABRIANI (Baracca Calcio) Azzurri calcio Serie C Under 20 

PALLAVOLO LUGO Società promossa al Campionato di Serie B1. 

A.C. S. BERNARDINO Società promossa in 2ª Cat. Calcio. 


9° Memorial Guido Baracca a PIETRO MELANDRI 


Motivazione ufficiale: si avvicina al calcio a 13 anni nel 1937 entrando a far parte della squadra del Rione Brozzi che, annualmente, partecipa ad un torneo organizzato nel campo dei salesiani. Nel 39, durante una finale di quel torneo, che per l’occasione si svolge al Tondo, è avvicinato dall’allenatore del Baracca Baruzzi ed invitato al raduno per il campionato 1939/40 di serie C. A 15 anni debutta in prima squadra nella partita col Pistoia. Gioca diverse partite fino al campionato 1942/43, ma poi gli eventi bellici causano la sospensione di tutte le attività sportive. Nel 1947 fa parte della squadra che sul campo neutro di Pesaro disputa lo spareggio, col Gubbio, per l’ammissione alla serie B. Spareggio perduto dal Baracca in una partita memorabile.

Purtroppo a causa di un grave infortunio nella stagione 1952/53 è costretto ad abbandonare l’attività, dopo aver fatto parte del Baracca per ben 16 anni, dimostrando grande attaccamento ai colori sociali e alla sua città, nonostante le offerte provenienti da società maggiori. “Milèna” però non può restare lontano dallo sport ed intraprende l’attività d’allenatore. Dopo alcune esperienze nei campionati minori (Alfonsine, Voltana e Massa), nel 1960 torna al Baracca, come preparatore del settore giovanile, dove emergono giovani talenti come Spadoni, Verlicchi e Musa. Nel 1962 partecipa al corso per allenatori a Coverciano. Il patentino conseguito, gli consente di diventare allenatore della prima squadra del Baracca che, nel campionato 1963/64, porterà in 4^ serie. L’anno successivo, per ragioni di lavoro, abbandona la carica, e su invito di Rino Cavalcanti assume le funzioni d’osservatore. In questo ruolo porta a Lugo calciatori di gran valore, alcuni di quali raggiungeranno poi la serie A, come Bertarelli, Scarpa e Bolognesi.

Conclusa l’esperienza nel mondo del calcio, nel 1970 approda all’Atletica, sollecitato da due giovani mezzofondisti, i fratelli Rossi. In poco tempo prende corpo una nuova società d’atletica che inizialmente svolge solo attività UISP, col nome di Lughesina. Quello sarà il nucleo fondamentale dell’Attuale Atletica Icel Coop, divenuta una delle più forti della Regione. Nel 1971, con la collaborazione della Prof.ssa Bucchi (insegnante d’Educazione Fisica a Ragioneria) ed il contributo dell’azienda Diemme, è artefice della nascita della prima società femminile nella storia dell’atletica lughese. Nel ’73, coi suoi collaboratori, riesce nell’operazione di fare aderire alla nuova società atleti e tecnici dello storico Club Atletico Baracca. Completata così la squadra, inizialmente imperniata solo sul mezzofondo. Anche il settore maschile aderisce alla Federazione. Da quel momento il suo ruolo, in questa splendida realtà sportiva, è quello di responsabile organizzativo e, tra le sue principali realizzazioni, va senz’altro annoverato il Trofeo Deggiovanni che dal 1980 coinvolge, ogni anno, centinaia di ragazzi delle scuole medie del comprensorio. Dal 1976 è consigliere regionale della FIDAL.


Ivan Rossi

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento