martedì 4 settembre 2018

Di Maio nelle braccia di Salvini

Dario Franceschini
di Arrigo Antonellini

Lo "ricorda" l'ex Ministro alla Cultura, non a caso un ex Dc....

Un dirigente del Pd meno convinto di aver sempre la verità in tasca, aperto al confronto così com'era la DC, mai convinta dell'autosufficienza, come del resto era anche Berlinguer...

Non è una considerazione politica la sua, è storia, storia recente, vera.

Intanto l'attuale capo Martina si esalta nella critica, l'oggettivo ruolo di tutte le minoranze senza proposta politica per offrire al Paese un'alternativa in tempi brevi, come se i guasti che sta arrecando Salvini fosse la giusta punizione per chi ha votato male, non sa fare a votare....  

Arrigo Antonellini


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento