martedì 18 settembre 2018

Il Club Italiano San Bernardo incontra Papa Francesco

Domani mercoledì 19 settembre una delegazione parteciperà all’udienza con il Pontefice

All’udienza parteciperà una delegazione del consiglio direttivo del Cisb, tra cui il presidente del Club, Giovanni Morsiani, accompagnata da una decina di cani San Bernardo.
L’incontro prevede una prima fase alla mattina in piazza San Pietro, in cui si ascolterà il discorso di Papa Francesco, che citerà anche il Cisb e i cani di San Bernardo. Subito dopo la delegazione del Club avrà l’opportunità di incontrare il Pontefice. Nel pomeriggio, invece, i rappresentanti del Cisb avranno accesso al Vaticano per una visita.

“L’incontro con Papa Francesco rappresenta senz’altro un grande onore per il Club Italiano San Bernardo, che ha da sempre la sua sede a Bagnara di Romagna - ha dichiarato il sindaco di Bagnara di Romagna Riccardo Francone -. Faccio a tutto il Club le mie congratulazioni e il mio augurio per questa giornata così importante”.

“Siamo molto emozionati per questa grande opportunità di incontrare Papa Francesco – spiega Giovanni Morsiani -. Avevamo inviato una richiesta di incontro lo scorso anno e adesso siamo molto soddisfatti che tutto questo sia diventato realtà. Per noi questo ha un significato che va al di là di un semplice incontro perché ci permette di chiudere nella maniera migliore i festeggiamenti per i 50 anni dalla fondazione del Club”.

L’incontro si svolge a coronamento dei festeggiamenti per il 50esimo anniversario di fondazione del Club Italiano San Bernardo, il sodalizio italiano che tutela la razza intitolata a “San Bernardo di Mentone”.

Il Club Italiano San Bernardo, unico sodalizio ufficialmente riconosciuto in Italia per la tutela, la selezione e la promozione culturale del cane di San Bernardo, fu fondato nel 1967 da Antonio Morsiani e da un gruppo di appassionati, fra i quali Albert de la Rie e Alois Schmid. Il Cisb ha sede a Bagnara di Romagna, a Villa Morsiani in via Pigno 18, fin dalla sua fondazione.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento