martedì 9 ottobre 2018

Ludovico Crescioli sul traguardo della Lugo - San Marino

Promossa dalla Ciclistica Baracca


Ludovico Crescioli era stato individuato come un possibile primattore della 61.a LUGO - SAN MARINO, ma ad onore del vero in terza posizione (i più gettonati alla partenza erano Garofoli e Butteroni) tra i candidati piu seri alla conquista del Monte Titano che rappresentava l'approdo di consuetudine della 61.a Lugo - San Marino.



lnvece il piccolo di casa Crescioli, al primo anno nella categoria, ha seguito le orme del fratello Giosuè che qui aveva lasciato il segno nell'edizione 2017.

Non si è trattato di una vittoria facile perchè Garofoli e Butteroni hanno lottato fino in fondo. 

La battaglia finale si è sviluppata lungo le pendici del Titano con momenti di alterne fortune tra i tre atleti ora dinnanzi l'uno, ora dinnanzi l'altro, ma più spesso insieme o a piccoli intervalli sino all'epilogo finale allorchè mancavano quattromilametri all'ambito traguardo. Qui Butteroni, Garofoli e Crescioli erano già dinnanzi a tutti con buon margine. Poi a 3 chilometri Garofoli e Crescioli approfittavano di un problema a Butteroni e rimangono soli. Sul breve rettifilo d'arrivo di Largo Lo Stradone infine Crescioli aveva la meglio.

Ma andiamo con ordine. Partenza da Lugo a spron battuto come spesso succede nella categoria.

E già dopo il traguardo volante allestito per il Superstore Conad di Bagnacavallo (vincente Mantovani della Cotignolese, negli altri due posti Morsiani e Messieri della Ceretolese).

Immediatamente dopo la prima fuga di giomata di Capoferri (Callant Doltcini) e Bolognesi (Scat).

Il tentativo naufraga prima di Russi. Nell'attraversamento della cittadina altro TV Conad (Supermercati ravennati) con vittoria di Russo @mpolese) su Mantovani (Cotignolese) e Belli (Appenninico 1907).

Successivamente tentativi di breve respiro di Marchi, prima e poi di Corda che viene raggiunto da Ammannati. Dopo San Pietro in Vincoli il tentativo è annullato. A San Zaccanaescono Bellagamba,

Tarantola, Noferi, Perugini, Frius e Cariag4 ma anche qui è pronta la vivace reazione del gruppo.

Nell'attraversamento di Matellicatentala fuga l'empolese Russo in compagnia bolognese Bombardi, dell'abrvzzese Albergo Del Tongo Marchi del toscano Belli e del ravennate Vassura. 

Il tentativo assume consistenza ed il vantaggio sul gruppo, da cui sono evasi nel frattempo il cotignolese Servadei e il faentino Bagnara che raggiungeranno i fuggitivi a Santo Marino, sale a 2'15" . 

Qui inizia una violenta reazione del gruppo che si lancia sulle tracce del gruppetto, cosicchè a Ponte Verucchio (TV Conad di Villa Verucchio: 1o Ruso, 2o Belli, 3" Bombardi) il vantaggio degli atleti di testa è registrato a 56". A Gualdicciolo (confine di stato) altro TV ad opera della Federazione Sammarinese Ciclismo con vittoria di Russo su Belli e Bagnara. Dopo il riaggancio a1 chilometro 89 prova ad andarsene Servadei, ma poco dopo viene raggiunto da Garofoli, Butteroni, Morelli, De Angeli, Cervelloni, Bigazzi e Corsini. Si scatena la bagarre sino a giungere alle azioni definitive già descritte.

Poi tutti nella splendida cornice del Teatro Titano a ricevere la ricca dotazione, illustrata
sapientemente dalla voce di Ivan Cecchini, dalle mani di Leo Marino Gasperoni della Segreteria allo sport della Repubblica di San Marino, Stefano Gennari, Consigliere Ente Cassa di Faetano-Banca di San Marino, Franca Stolfi Vice Presidente Comitato Paralimpico Sammarinese, Walter Baldiserra Presidente Federazione Sammarinese Ciclismo, Ivano Nanni titolare Superstore Conad C.C.Azztxro San Marino, Rino Graziam titolare hotel Tatì Lugo e Giorgio Tampieri presidente della società orgarizzatnce S.C. Baracca. E quindi: 20" Memorial Lorenzo Berardi al vincitore Ludovico Crescioli ed al suo D.S-; 12o Memorial Orfeo Lodolini per il primo romagnolo a Marco De Angeli, 7o Memorial Vicenzino Ragazzim per il corridore più combattivo a Riccardo Servadei; 5" Memorial Sante Seganti per l'atleta meglio classificato di una società dell'Unione Comuni Bassa Romagna a Giacomo Fuschini; premio speciale Pnathlon all'atletaultimo classificato Davide Marcaccini; premio Comitato Paralimpico Sammarinese per l'atleta più giovane a Simone Garuffi; premio Tatì hotel Lugo
al corridore extra regionale primo classificato (escluso il vincitore) a Gianmarco Garofoli. 

Infine, dopo la consegna del trofeo La BCC Credito Cooperativo ravennate forlivese e imolese e Banca di San Marino-Ente Cassa di Faetano alla società del vincitore, un toccante momento di commozione, fra un fragoroso applauso benaugurante, allorchè la mamma di MiCael Antonelli signora Marina Mularoni è salita sul palco per consegnare il trofeo della Federazione Sammarinese Ciclismo all' U.C. Foligno.

Giuseppe Berardi

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento