lunedì 1 ottobre 2018

Umanizzazione delle cure di terapia intensiva

Venerdì 5 ottobre alle ore 20,30 nella Sala Del Carmine
del dott. Virgilio Ricci

La scienza medica negli ultimi anni ha compiuto progressi tali, grazie alla introduzione di nuovi farmaci e di innovative tecniche chirurgiche, da fare si che, esempio estremamente esemplificativo, la età media della vita sia arrivata ad età impensabili ancora alla fine del del secolo scorso.





Contestualmente però questo aumento della età ha portato alla insorgenza di problematiche impensabili , quali l'incremento delle malattie croniche, sopratutto quelle dovute a danni a carico del sistema nervoso ,siano essi danni di tipo traumatico o degenerativo. 

La possibilità di applicare sistemi idratanti e nutrizionali accompagnati da protesi ventilatorie , pemettono di protrarre la vita per un tempo indefinito , mantenendo situazioni che prima sarebbero andati incontro ad una rapida conclusione. 

Parimenti insorgono problemi di sofferenza psicologica nei nuclei famigliari che accompagnano queste persone , sofferenza che coinvolge in maniera totale anche il malato quando conserva la coscienza.

Compaiono problema etiche cui andrebbe data una risposta , ma non vi può essere una risposta uguale per tutti .. Le opinioni religiose (qualsiasi religione ) hanno una grande importanza , come le convinzioni laiche. 

Per cercare di trovare risposte da alcuni anni si dibatte di Testamento Biologico , con lo scopo di far si che una persona possa predeterminare le proprie volontà sul percorso assistenziale che desidera nel malaugurato caso si trovasse nella situazione di incoscienza o , cosciente con malattia inguaribile, non voglia prorogare le terapie.

Si è così giunti alla legge sulle Direttive Anticipate di Trattamento, legge che a buona ragione si può definire di civiltà. Dall' inizio del 2018 è possibile depositare presso gli uffici di Stato Civile del Comune di residenza le proprie volontà

Di tutto questo si parlerà nel corso di un incontro rivolto alla cittadinanza, che si terrà il prossimo 5 ottobre, prendendo spunto dalla presentazione di un libro che narra una storia realmente accaduta presso un importante Centro di Terapia Intensiva della nostra Regione.

Virgilio Ricci

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento