mercoledì 21 novembre 2018

Sul progetto di riqualificazione dell’area ex-acetificio Venturi

Riceviamo dal PD e pubblichiamo

Il Partito Democratico di Lugo sostiene convintamente il lavoro dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Davide Ranalli, che ha saputo dare il via ad un importante intervento di riqualificazione, mediando e contrattando con soggetti privati per effettuare anche investimenti pubblici, mostrando così quelli che sono gli indirizzi della politica del futuro



Riqualificazione e rigenerazione urbana per contenere al massimo il consumo di suolo, e per riconsegnare alla città spazi per anni rimasti accantonati, in degrado, dimenticati.

Il progetto è stato presentato lunedì 19/11 davanti a centinaia di cittadini del quartiere Madonna Delle Stuoie, un progetto che finalmente restituirà a quel quartiere una zona dismessa da decenni, riqualificandola da un punto di vista architettonico, dell'immagine, e realizzando servizi da tempo richiesti dagli stessi residenti, che risultano fondamentali per evitare l’isolamento del quartiere e delle persone che lo abitano.

E’ risultato fondamentale il lavoro che la giunta Ranalli ha fatto per appoggiare, sostenere e permettere la crescita di un importante progetto che guarda agli interessi concreti della città, con lungimiranza e pragmatismo. E siamo felici del fatto che il risultato parta dall’ascolto dei residenti della zona, che hanno contribuito alla definizione delle linee guida del progetto: si è dimostrato che è possibile tenere assieme intervento privato, visione urbanistica di interesse pubblico e partecipazione diretta dei cittadini.

La presentazione del progetto dell’Ex acetificio è risultata fondamentale anche per fare il punto sulla viabilità del quartiere e sulle possibili soluzioni per eliminare il passaggio a livello ancora presente, rendendo così più accessibile il centro per i cittadini di Lugo Sud. Riteniamo che la soluzione migliore sia quella di realizzare entrambe le opere ipotizzate, ovvero sia il sottopasso fra via Piano Caricatore e Viale Masi che il sovrappasso, in modo da poter indirizzare e dividere il traffico Urbano da quello Extraurbano. L’importante costo delle due opere richiede però serietà politica e pragmatismo, come dichiarato dal Sindaco Ranalli; siamo soddisfatti quindi del fatto che l’amministrazione concluderà il suo mandato avendo terminato la progettazione definitiva (già finanziata) delle due opere e che il Sindaco abbia confermato l’importanza strategica delle stesse per la città.

Continuità vuol dire anche questo, progettare e poi realizzare investimenti che richiedono una programmazione politica a medio-lungo termine e una capacità di immaginare e disegnare il futuro della nostra città in modo da renderla sempre più dinamica, bella e aperta.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento