lunedì 31 dicembre 2018

313 si, 70 no

Non ce ne fregava mica delle risse in Parlamento
di Arrigo Antonellini



Non vi hanno detto il tempo di parlare? 

Parole, parole, parole....

Di parlare a chi, tra di voi, di dar sfogo alle vostre frustazioni, al bisogno di essere protagonisti? 

Volete tornare al popolo?  Ma non avete ancora capito che al popolo interessano i fatti, i contenuto della manovra, il come e quanto ci cambierà la vita....

Venite a dircelo, che le tasse cresceranno ma trovate il modo di dircelo bene e a tutti, a tanti, non con le riunioni con i soliti noti che già vi votano, inventatevi come!

Di tutto il casino che avete urlato in Parlamento (tra l'altro ottimo esempio educativo!) rimane per la storia il 313 a 70, che "nasconde" l'inutile "noi non votiamo; ho chiesto al bar se qualcuno sapeva se il Pd aveva partecipato al voto.....qualcuno che sapesse il numero del risultato finale, c'era.

E ai vincitori sono anche mancati 35 voti (questo sì che è un risultato politico che fa ragionare).

Sport, tema ben più seguito che non la politica, e non solo nello sport ma nella vita in generale, chi subisce simili cappotti, umiliazioni, ha l'umiltà di non far casino, di tacere e di cambiare totalmente, a partire dall'allenatore, dai vertici, che se non hanno il buon senso di dimettersi, nascondersi, vengono cacciati. 

Ragionate sul 313 a 70 del voto dei rappresentati del popolo, cercate di capire e fate!

Arrigo Antonellini 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento