martedì 11 dicembre 2018

Alla scoperta del territorio

Nel percorso casa-scuola con le passeggiate di quartiere


In Bassa Romagna arrivano le “Passeggiate di quartiere”, piccole esplorazioni guidate a piedi attorno alle scuole primarie di tutta l’Unione, pensate soprattutto per i più piccoli con lo scopo di osservare le città da pedoni e promuovere la mobilità pedonale, a partire dal tragitto casa-scuola.


Dopo la passeggiata svolta nei giorni scorsi a Sant’Agata, sono in programma gli appuntamenti a Conselice oggi, martedì 11 dicembre e a Bagnara somani 12 dicembre. 


Nel primo caso l’iniziativa comincia alle 16.15 davanti alla scuola elementare “Felice Foresti” (via Cavallotti 32), mentre a Bagnara l’appuntamento è alle 16.30 davanti alla scuola primaria San Francesco (via Matteotti).

I percorsi iniziano all’orario dell’uscita delle scuole per coinvolgere più agevolmente genitori e bimbi ma si rivolgono a tutta la cittadinanza, invitata a partecipare raccontando e segnalando le proprie letture del territorio proprio dal punto di vista di chi si muove a piedi e raccontando le proprie visioni in tema di piacevolezza, sicurezza, “camminabilità”, ma anche memorie e proposte. 

Una “Passeggiata di quartiere” è infatti una modalità partecipata per esplorare e ascoltare insieme il territorio, per confrontarsi, riscoprire la città e creare relazioni. Si tratta di momenti in cui andare alla scoperta delle strade e dei percorsi attorno alla scuola con bimbi, genitori e cittadini, con modalità a misura di ciascuno.

“Come Unione dei Comuni della Bassa Romagna abbiamo fortemente voluto far parte del progetto per le Passeggiate di quartiere e al più ambizioso progetto ministeriale ‘L’Unione Fa...bene’ – dichiara il sindaco referente per le Politiche educative dell’Unione Enea Emiliani -. Si tratta infatti di un’iniziativa che unisce più aspetti importanti per la nostra società. Il progetto coinvolge i bambini, le loro famiglie ma anche tutti coloro che sono interessati ad approfondire la conoscenza del territorio. Queste passeggiate saranno l’occasione per promuovere la mobilità sostenibile, ma anche un’opportunità per rafforzare il proprio senso di appartenenza alla comunità”.

Le azioni sui percorsi casa-scuola, per le quali l’Unione si avvale del supporto del Centro Studi Antartide di Bologna, stanno interessando tutte le scuole elementari di tutti i Comuni dell’Unione e hanno l’obiettivo di incentivare forme di mobilità sostenibile in particolare delle famiglie. Nello specifico, si sta lavorando per sviluppare in maniera strutturata e duratura in diverse scuole i percorsi Pedibus, già esistenti in alcune realtà territoriali. Si tratta di veri e propri scuolabus, con un capolinea, fermate, orari e percorsi stabiliti, che però si muove a piedi, in una lunga fila di bimbi guidata da un “autista” e con diversi accompagnatori, che possono essere volontari, nonni, genitori, membri di associazioni e non solo.

Le scuole sono al lavoro dai primissimi giorni dell’anno scolastico su questo progetto: l’Unione ha organizzato un corso per formare dei veri e propri Mobility Manager scolastici che si stanno occupando, con il supporto degli esperti del Centro Antartide, non solo dell’organizzazione e del coinvolgimento ma soprattutto di coordinare gli aspetti didattici del progetto. In ogni scuola inoltre, grazie a una piattaforma fornita dall’Area educazione alla sostenibilità di Arpae Emilia-Romagna, è in corso una mappatura di tutti gli indirizzi di residenza degli alunni e delle loro modalità di spostamento abituali per progettare al meglio percorsi e fermate delle linee Pedibus per ogni area e incentivare al massimo il cambiamento di chi usa l’auto privata.

Le “Passeggiate di quartiere” fanno parte del progetto di mobilità sostenibile “La Bassa Romagna prende piede”, finanziato dal programma nazionale mobilità sostenibile casa-scuola di cui l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna è partner insieme al capofila, l’Unione della Romagna Faentina. Il progetto si svolge nell’ambito del più grande contenitore dal titolo “L’Unione Fa...bene: mobilità sostenibile casa-scuola a piedi e in bici", finanziato dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a piedibus@unione.labassaromagna.it o contattare il numero 348 8562756.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento