giovedì 20 dicembre 2018

Il collegamento tra la strada provinciale Naviglio e la San Vitale

A Bagnacavallo


Con i voti favorevoli del gruppo del Partito Democratico e i voti contrari di Bagnacavallo Insieme, Uniti per Bagnacavallo e Lega Nord-Forza Italia, nell'ultima  seduta del Consiglio comunale di Bagnacavallo sono stati approvati il Documento Unico di Programmazione (Dup), il Bilancio di Previsione e il Programma triennale delle opere pubbliche 2019-2021.



Nella stessa seduta il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità la convenzione attuativa con Rfi, Regione e Provincia per la realizzazione del collegamento viario tra la strada provinciale Naviglio e la San Vitale per il superamento delle problematiche connesse al passaggio a livello di via Naviglio a Bagnacavallo. 


Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo tratto di viabilità della lunghezza di circa un chilometro che collegherà, attraverso tre nuove rotatorie e un sottopasso (nel punto in cui attualmente la ferrovia incrocia la via Bagnoli Superiore), la strada provinciale San Vitale con l’area produttiva posta sulla provinciale Naviglio nei pressi della rotonda di immissione sull’A14Dir.

La convenzione approvata dal Consiglio comunale prevede una spesa complessiva di 12.240.650 euro così ripartita: 600.000 euro Provincia, 2.812.366 euro Rfi, 3 milioni di euro Regione e 5.828.284 euro Comune di Bagnacavallo, che si farà carico anche della spesa di circa 600mila euro per gli espropri.

Nel corso del 2019 verrà indetta la gara per l’appalto integrato, dopo la quale si conosceranno nel dettaglio i tempi per l’esecuzione delle opere.

Per quanto riguarda Dup e Bilancio, «a pochi mesi dalla fine del mandato abbiamo predisposto i documenti di previsione guardando al futuro del Comune di Bagnacavallo con convinto ottimismo – commenta il sindaco Eleonora Proni. – Il nostro Comune ha una situazione finanziaria solida, molte opere sono in via di conclusione, progetti fondamentali sono stati approvati e finanziati e saranno realizzati a partire dai prossimi mesi. 

A Bagnacavallo abbiamo operato scelte di riorganizzazione e miglioramento degli uffici e stiamo investendo sull’assunzione di nuovo personale e nell’ambito dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna dimostriamo ogni giorno il valore del lavorare assieme non soltanto per generare economie di scala, ma per avere una capacità strategica più efficace, in campi come il welfare, i servizi educativi e per i giovani, la fiscalità, il sostegno alle imprese e la gestione del territorio.

Questi ultimi atti che abbiamo predisposto e approvato sono frutto perciò di un percorso coerente che ci ha coinvolto in questi quasi cinque anni, con senso di responsabilità nei confronti della nostra città e dei nostri concittadini.»

«Approvare il Bilancio di Previsione entro l’anno era fondamentale per essere pienamente operativi all’inizio del 2019 e scongiurare l’ipotesi di esercizi provvisori – aggiunge l’assessore al Bilancio Elena Verna. – È però necessario sottolineare il clima di preoccupazione dovuto alle incertezze sulla Legge di bilancio 2019, ancora in fase di predisposizione da parte del Governo: la decisione di alzare il deficit e la necessità di trovare valide misure al fine di scongiurare l’aumento dell’Iva sono alcuni temi che potrebbero avere importanti ripercussioni sugli enti locali.»

Le risorse stanziate per gli investimenti nel triennio 2019-2021 ammontano a quasi 14 milioni di euro, dieci milioni dei quali nel solo 2019.

«Se l’intervento più atteso e più oneroso è certamente quello per il superamento delle problematiche legate al passaggio a livello di via Naviglio, per il quale abbiamo appena approvato la convenzione con Rfi, Regione e Provincia – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Simone Venieri – il 2019 sarà l’anno in cui molti e importanti progetti troveranno realizzazione.

Sono numerosi infatti i cantieri che prenderanno il via nel corso del prossimo anno: dall’adeguamento sismico del Palazzetto dello Sport (che segue quello delle scuole medie Graziani, in via di conclusione) alla sistemazione della Casa del Custode del centro culturale Le Cappuccine, dalla casa colonica del Podere Pantaleone al miglioramento sismico di Palazzo Abbondanza e della scuola elementare di Bagnacavallo, dalla ristrutturazione dell’ex mercato coperto di via Baracca alla riqualificazione energetica e di arredi e allestimenti del Teatro Goldoni.»

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento