lunedì 17 dicembre 2018

Solaroli, il cambiamento di cui Lugo ha bisogno

Riceviamo da Roberto Drei e pubblichiamo

Conosco Davide Solaroli dal 2014, quando per la Buona Politica con Silvano Verlicchi candidato sindaco portò, per la prima volta dal dopoguerra, il Pd al ballottaggio.


Solaroli appoggiò, con convinzione, il progetto della nostra lista civica e fece parte dei candidati che presentammo per il nuovo Consiglio comunale di Lugo.


Educatore conosciuto e stimato per i suoi metodi insegnamento e di coinvolgimento dei suoi alunni anche sulle tematiche più delicate ed attuali della nostra storia e della nostra società, Davide Solaroli è un cattolico, da anni impegnato nel sociale con progetti ed iniziative aventi scopi benefici.

L’ultima delle quali, “Brindo alla Gioia”, tenutasi in piazza Mazzini, all’interno del Pavaglione, il 30 settembre di quest’anno ha permesso, grazie al contributo gratuito dato da oltre 300 artisti e musicisti lughesi e non, di raccogliere ben 11.000 euro da destinare ad una serie di iniziative, fra le quali figura anche l’acquisto di giochi per i minori, da posizionare nei parchi cittadini, sostituendo quelli che versano in condizioni pietose.

Davide Solaroli, attuale consigliere comunale del gruppo “per la Buona Politica”, è il candidato sindaco su cui convergeranno, oltre ai voti della nostra lista civica anche quelli della Lega.

Molti dei temi che il gruppo consiliare per la Buona Politica ha posto all’attenzione della Giunta Pd, senza peraltro ricevere risposte, trovano un terreno di intesa comune con la Lega.

Si va dalle mancate risposte sul tema della sicurezza, per la quale gli amministratori lughesi del Pd parlano ancora di “percezione”, quasi i furti fossero una invenzione di cittadini isterici, alla mancata difesa del livello dei servizi e delle prestazioni del nostro ospedale, ad una spesa culturale assai dispendiosa perché basata su programmi che, come la rassegna Purtimiro, non trovano il gradimento dei lughesi, per non parlare di una fiscalità comunale che gli amministratori del Pd hanno fissato ai massimi livelli consentiti dalla legge, creando difficoltà ai cittadini ed a un tessuto imprenditoriale che ha già registrato, in questi anni, la chiusura di centinaia e centinaia di attività e di imprese.

E’ un sistema di potere cristallizzatosi nel tempo ed oggi autoreferenziale ed arrogante nei confronti dei bisogni e delle domande dei lughesi che la coalizione per la Buona Politica e la Lega, intendono sconfiggere dopo 73 anni di governo ininterrotto di Lugo da parte dello stesso partito che ieri si chiamava Pci, poi Pds, Ds ed oggi Pd.

Io mi auguro che la coalizione che inizialmente ha condiviso la candidatura a sindaco di Davide Solaroli, possa allargarsi anche ad altre importanti forze politiche lughesi.

Forze politiche che condividano, insieme a noi, l’obiettivo di creare, anche a Lugo, quella alternanza politica che, nei sistemi democratici, è il sale della democrazia.

Roberto Drei
Consigliere comunale per la Buona Politica

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento