lunedì 28 gennaio 2019

Diffondere l'Avvenire significa resistere

E' un "grande" il direttore di Avvenire



A scuola, al congresso regionale dei giornalisti


"Dalle community alle comunità", il tema della lezione del corso di aggiornamento dei giornalisti, con i festeggiamenti dei 100 anni del settimanale della diocesi di Forlì, "il Momento" e dei 50 di Avvenire. 


Coinvolgente l'intervento del direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, una boccata di ossigeno da quando, da aprile, si fatica a respirare con i media che ci riportano i NO del nostro Vice Ministro, Salvini, "No tu no".

Glielo dica NO guardandoli negli occhi, come è doveroso che sia per chi decide la qualità della vita di un'altra persona, le condanne non vengono mandate con una mail ma sono pronunciate in faccia di chi le subisce.

A quelle persone, a quella ragazze a quei bambini. "No tu devi stare lì, devi tornare indietro, sei africano, i miei porti sono chiusi".

O sia condannato a farlo da una giustizia che non può non applicare i valori dei diritti dell'uomo.

Ma il no è per i poveri, non per gli immigrati che arrivano in aereo, non per i cinesi che in Italia investono ma spesso delinquano anche.

Ma Papa Francesco ci ha detto di stare sempre dalla parte dei poveri, di tutti i poveri.

"Siamo sotto assedio, non certo da poveri che arrivano non certo armati, ma senza le scarpe" - ha detto il direttore di Avvenire.

Più della metà delle notizie dei nostri media sono cronaca nera, all'estero meno del 20, è la paura che ci rende pazzi, titolava ieri Avvenire. 

Sì, è tempo di resistere, il Giorno della Memoria ci insegna tanto sul tema del diverso, l'ebreo, l'africano.

Intanto diffondiamo l'Avvenire, sia in tutte le chiese non una volta l'anno, ma tutte le Domeniche come già molto bene succede in Collegiata.

E intanto godiamoci le immagini della Giornata Mondiale della Gioventù con le parole di Papa Francesco e i tanti giovani di tutto il Mondo attorno a lui: una voce che grida nel deserto dell'Italia di oggi, come quella di Avvenire.

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento