mercoledì 30 gennaio 2019

La banalità del male a Bagnacavallo

Per la rassegna La memoria e il teatro. Strumenti teatrali per raccontare la storia



Sarà con La banalità del male, lezione-spettacolo di e con Paola Bigatto che rielabora teatralmente il noto saggio di Hannah Arendt, il secondo dei tre incontri in programma per la rassegna La memoria e il teatro. Strumenti teatrali per raccontare la storia.




Organizzata dall’associazione culturale bagnacavallese La Bottega dello Sguardo, assieme al Comune, per approfondire la relazione tra il teatro e la Shoah in occasione della ricorrenza della Giornata della Memoria, la rassegna proporrà questo secondo incontro domenica 3 febbraio alle 17 presso la sala didattica delle Cappuccine.

Il monologo è la rielaborazione teatrale del saggio di Hannah Arendt, con riduzione e adattamento di Paola Bigatto. «Il senso politico e sociale, oltre che didattico, di questa operazione – sottolineano gli organizzatori della Bottega dello Sguardo – che nasce per i banchi di scuola e si sviluppa come una lezione frontale, risiede non solo nei contenuti storici e filosofici a cui si fa riferimento (la nascita del Nazismo, le modalità dell’Olocausto, il processo di Norimberga), ma soprattutto nell’esempio morale offerto dalla Arendt osservatrice: modello di implacabilità nell’essere dolorosamente oggettiva e nel sottolineare duramente le verità taciute da entrambe le parti processuali.


Né il suo essere ebrea, né il suo essere tedesca, né il trovarsi di fronte a uno degli assassini di sei milioni di persone altera la sua ricerca della verità e il suo sforzo di essere oggettiva. È per questo che oggi – concludono – quando il grande potere dell’informazione pretende di rifare gli accadimenti, di determinarne la realtà, quando la menzogna intellettuale sembra prevalere nella comunicazione umana e lo spirito critico dei più sembra acquietarsi nella “confortante coerenza delle ideologie”, il passionale e lucido sguardo della Arendt rappresenta una lezione di estrema attualità.»

La sala didattica delle Cappuccine è in via Vittorio Veneto 1/a a Bagnacavallo.

Ingresso libero.

È consigliata la prenotazione.

L’ultimo appuntamento della rassegna è in programma mercoledì 27 febbraio alle 17 presso la sala polivalente dell’Istituto Comprensivo, in via Cavour 5.

L’incontro, dal titolo Il memorioso – breve guida alla memoria del bene, sarà una conferenza-spettacolo di Massimiliano Speziani e Paola Bigatto con Massimiliano Speziani, dai testi di Gabriele Nissim.

Informazioni e prenotazioni: 338 7028578 - 0545 62536
info@labottegadellosguardo.it

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento