martedì 29 gennaio 2019

La Giornata per la Vita 2019

Riceviamo dalla Consulta diocesana delle aggregazioni laicali 


Come da tradizione nel primo fine settimana di febbraio verrà celebrata in ogni Diocesi la Giornata nazionale per la vita, promossa dalla Chiesa italiana.


La vice presidente, la lughese avv. Annalisa Antonellini


L’iniziativa che giunge alla 41^ edizione, si articola in diversi appuntamenti nella città di Imola, organizzati dalla neo ricostituita Consulta diocesana per le Aggregazioni laicali, organismo che riunisce molte delle associazioni e movimenti cattolici che operano nel territorio.

Il primo appuntamento è previsto per venerdì 1° febbraio alle 20:45 presso il teatro della Parrocchia di San Giovanni Evangelista (Zolino) in via Massimo Villa con il professor Gilberto Borghi, insegnante di religione, formatore e pedagogista clinico, che proporrà una serata di dialogo prevalentemente dedicata ai giovani dai 14 ai 20 anni. 

“Giovani e amore, una generazione dal cuore ferito” è il titolo dell’appuntamento che vuole essere un momento di educazione all’affettività, quindi anche rivolto a genitori, insegnanti ed educatori in generale. Borghi da anni è impegnato su questi temi, con pubblicazioni sia editoriali che su siti di approfondimento, spesso ospite di trasmissioni televisive (soprattutto Tv2000), è particolarmente attento a cercare un dialogo continuo con i ragazzi per ascoltarli e aiutarli a riflettere e scegliere, proponendo altri punti di vista rispetto a quelli che sono i modelli comuni e banalizzati della sessualità giovanile.

Domenica 3 febbraio sarà poi una giornata ancora più ricca di appuntamenti, a partire dalle celebrazioni eucaristiche nelle chiese della Diocesi, in molte delle quali verranno vendute le primule, la pianta che ricorda la vita nascente da difendere e che da anni è diventata simbolo della giornata. Il ricavato di queste vendite infatti sarà impegnato dalle associazioni che si prendono cura di mamme e neonati in difficoltà.

Nel pomeriggio inoltre la Consulta ha organizzato un incontro a palazzo Sersanti in piazza Matteotti a Imola (ore 15:30) con due relatori di eccezione. L’avvocato Filippo Martini, imolese doc e Vicepresidente nazionale dell’associazione Giuristi per la vita parlerà sul tema “La vita che vince, storia di un’apparente sconfitta” raccontando la sua personale esperienza vissuta con la famiglia Evans, il cui piccolo Alfie ha commosso il mondo intero durante la disperata lotta per la sopravvivenza nell’ospedale di Liverpool. 

Seguirà l’intervento della dottoressa Matilde Leonardi, Direttore dell’Istituto Neurologico “C. Besta” di Milano e membro del Comitato direttivo del Centro di Ateneo di Bioetica dell'Università Cattolica che svilupperà il suo pensiero su “Cervello e coscienza: i misteri della vita che sfidano la scienza”. Anche la dottoressa Leonardi, neurologo di fama nazionale, è da sempre impegnata nella difesa della vita, con numerose pubblicazioni scientifiche e impegnandosi in prima persona nella ricerca e nell’aiuto al mondo della disabilità.

Alle 17:30 la giornata si concluderà con una Santa Messa episcopale, celebrata da Monsignor Tommaso Ghirelli, nella Cattedrale di San Cassiano in Imola (prima della Santa Messa verrà recitato un rosario alle ore 16:45).

Gli incontri sono a ingresso libero e tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Luca Scardovi
Presidente della Consulta diocesana delle aggregazioni laicali

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento