martedì 8 gennaio 2019

L'IRES raddoppiata al volontariato

Partecipazione Sociale promuove un incontro

La manovra del popolo si è abbattuta sul volontariato e sulle organizzazioni no profit: le presenze migliori che onorano il nostro paese, quelle della solidarietà gratuita e disinteressata, nei confronti della quale lo Stato ha un debito inestimabile.
Per confrontarci insieme su questo provvedimento ed i suoi effetti, valutando le possibili azioni di protesta democratica da intraprendere, il gruppo civico Lughese Partecipazione Sociale invita tutte le organizzazioni in indirizzo, con preghiera ai rispettivi Presidenti di estendere l’invito ai propri collaboratori, ad un incontro aperto: venerdì 11 gennaio alle ore 20:45, presso il Centro Sociale Il Tondo Via Lumagni 30, Lugo.

Adesso i due VicePresidenti del Consiglio hanno affermato che si sarebbe trattato di un refuso: si volevano colpire i furbetti, invece si è sparato nel mucchio, finendo per colpire persino gli Ospedali pubblici!

Se è stato un errore, esso deriva dalla cattiva abitudine di non confrontarsi con nessuno, obbedendo soltanto al pregiudizio che colpevolizza ogni scostamento dalla linea del fare muro contro i più deboli, contro lo straniero e il diverso colore della pelle.

Ora Di Maio e Salvini promettono una correzione futura, con un nuovo provvedimento di detassazione degli utili reinvestiti, ma nel volontariato e nel no profit non esistono utili che non vengano reinvestiti nel perseguimento dello scopo sociale: detassare gli investimenti futuri, dopo aver fatto pagare l’IRES raddoppiata, non risarcirebbe del danno arrecato e sarebbe piuttosto la conferma della distanza che separa l’attuale coalizione di Governo dal paese reale e dalla sua parte migliore!

Il Presidente di Partecipazione Sociale
Gilberto Minguzzi 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento