venerdì 11 gennaio 2019

Rassegna di teatro dialettale

Nella sala parrocchiale di Sant'Agata


Quattro appuntamenti dedicati al dialetto romagnolo nella sala parrocchiale “Sacra famiglia di Nazaret” di Sant’Agata sul Santerno, in via Fucci Pollini 2.
Da domani sabato 12 gennaio comincia infatti la rassegna di teatro dialettale, che proseguirà fino a febbraio con alcune delle più titolate compagnie locali del settore.

Primo appuntamento domani con la compagnia “Qui de’ Tond”, che metterà in scena la commedia in tre atti A vajo’ pre mond di Meri Malerbi. Dopo lo spettacolo ci sarà la lotteria. Sabato 19 gennaio è in programma la commedia in tre atti La strufagneda di Paolo Minguzzi, presentata dal Laboratorio teatrale Amici di San Savino. A seguire, lotteria di Sant’Antonio. Sabato 26 gennaio tocca ad Amor e Baticor di Loredana Cont, presentata dalla Compagnia filodrammatica di Casola Canina e a seguire ci sarà l’estrazione della lotteria. Infine, sabato 2 febbraio chiude la rassegna la compagnia Gad Città di Lugo con la commedia Dal volt la vita l’è una bela fregheda di Paola Mazzotti. Durante quest’ultimo appuntamento ci sarà la pesca di beneficenza.

“Il dialetto esprime la cultura e la storia di un luogo - dichiara il sindaco di Sant’Agata sul Santerno Enea Emiliani -. Sosteniamo questa bella rassegna di commedie per valorizzare il nostro dialetto romagnolo: un elemento di appartenenza e un patrimonio che non deve essere disperso. Cerchiamo con questi momenti di cultura, aggregazione e divertimento di riscoprire la bellezza e l'efficacia del comunicare in dialetto. La speranza è quella di vedere tanti genitori e nonni insieme ai propri figli e nipoti, per tramandare questa bellissima lingua alle nuove generazioni facendo due risate in compagnia. Viva la Romagna!".

Tutti gli spettacoli iniziano alle 20.45 e l’ingresso è a offerta libera. Il ciclo di appuntamenti è organizzato dalla parrocchia di Sant’Agata sul Santerno col patrocinio dell’Amministrazione comunale.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento