venerdì 25 gennaio 2019

Terrorismo

Convegno della Polizia per comprendere il fenomeno, prevenirlo e sconfiggerlo

Organizzato dalla Questura di Ravenna e con il patrocinio del Comune di Ravenna – Assessorato Sicurezza e Polizia Municipale, si è svolto nella prestigiosa cornice del Palazzo Rasponi dalle Teste, a Ravenna, il convegno dal titolo: “Terrorismo, il fenomeno e le strategie di prevenzione e di contrasto: il caso Ravenna” fortemente voluto dal Questore Rosario Eugenio RUSSO.


La giornata di studio, che è stata moderata da Franco Giubilei, corrispondente de “La Stampa”, ha registrato la presenza di tutte le Forze dell’Ordine, delle Polizie Municipali della provincia, degli avvocati del Foro di Ravenna e degli addetti ai lavori interessati all’argomento, oltre che a numerose autorità locali.

La delicata materia è stata argomentata dal professor Francesco Marone dell’Università di Pisa, che ha trattato la tematica relativa alla minaccia jihadista in Italia, quindi il dr. Stefano Dambruoso, Sostituto Procuratore della Repubblica presso la Direzione Distrettuale Antimafia di Bologna, ha illustrato quale è stata la risposta delle Forze di Polizia e della Magistratura Italiane al fenomeno della radicalizzazione nel nostro paese.

In particolare, per quanto riguarda la città di Ravenna, l’attività di prevenzione e repressione del fenomeno, condotta quotidianamente dagli investigatori della D.I.G.O.S. della Questura ha permesso di individuare, dal 2015 ad oggi, otto foreign fighters.

Di questi uno è stato arrestato e condannato mentre sette sono quelli allontanati dall’Italia; tre con decreto di espulsione del Ministro dell’Interno, mentre gli altri quattro con provvedimento del Prefetto di Ravenna.

Il professor Ranieri Razzante dell’Università di Bologna, infine, ha dedicato il suo intervento agli aspetti relativi al finanziamento al terrorismo e alle fonti e agli strumenti di contrasto.

Si è trattato di un focus incentrato su un fenomeno che rappresenta, ormai da molti decenni, un aspetto strategico dell’azione di contrasto non solo della Polizia di Stato, ma di tutte le forze di polizia.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento