venerdì 1 febbraio 2019

Già umidità nel nostro pavaglione

Eppure è stato nudo più di due anni


Da circa un mese il "Pavaglione" è stato inaugurato altermine di lavori di manutenzione e ristrutturazione , un lavoro importante e molto delicato, affidato a "personale esperto" in materia di risanamento opere murarie.




Qualche cosa, però, non ha funzionato come doveva, i Tecnici applauditi ed elogiati durante I'inaugurazione non hanno visto o semplicemente, hanno fatto finta di non vedere, ciò che noi cittadini vediamo tutti giorni: il problema NON è stato risolto!.


Viene spontaneo chiedere se i Sigg, Tecnici che hanno appaltato i lavori siano realmente al corrente delle moderne tecnologie utilizzabili per eliminare definitivamente l'umidità e quali siano effettivamente Ie più efficacie risolutive per questa particolare struttura.

ll "Pavaglione" aveva subito lavori di risanamento ed in particolare opere tese ad eliminare l'umidità capillare di risalita circa trent'anni fa , anche allora ci si aspettava una soluzione definitiva ma, purtroppo, a fronte di centinaia di milioni di lire di denaro pubblico spesi, il risultato fu assolutamente negativo. Sono passati anni, la tecnologia ha fatto passi enormi, la specializzaziane e la professionalità delle Aziende del settore dovrebbero garantire risultatidi qualità e duraturi.

Ora, i cittadini di Lugo si chiedono se sia legittimo inaugurare con grande enfasi una struttura che pochissimo tempo dopo la chiusura del eantiere, ha dato immediatamente l'immagine di lavori incompletie malfatti al punto che sulle colonne delquadriportico sono apparse e ben visibili grosse macchie di umidità. Si chiede pertanto alla Spett.

Amministrazione Comunale di Lugo di dare incarico ai Tecnici preposti di verificare l'effettivo esito dei lavori conclusi e quindi di procedere per attivare le normali pratiche di risarcimento previste in caso di difformità e vizi dell'opera eseguita, tenuto conto che Ia Ditta appaltatrice è owiamente tenuta a fornire garanzia del lavoro eseguito.






Lettera firmata

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento