venerdì 22 febbraio 2019

Gioco di ruolo

A Sant'Agata


Tre appuntamenti con il gioco di ruolo a Sant’Agata sul Santerno, dedicati ai ragazzi e alle ragazze delle scuole medie, promossi dall’associazione I Compagni della Scuola.
Tra guerrieri, druidi, maghi e chierici, i giovani partecipanti potranno immergersi in mondi fantastici nei sabati 23 febbraio, 2 e 9 marzo, dalle 15 alle 19, nella biblioteca comunale “Loris Ricci Garotti”, in piazza Rambelli.

Il gioco sarà condotto e guidato da quattro narratori (i cosiddetti “dungeon masters”) che descriveranno le ambientazioni e i personaggi senza nient’altro che matite, dadi e immaginazione. Il gioco di ruolo aiuta i partecipanti a mettersi d’accordo, trovare un equilibrio condiviso, argomentare per convincere, negoziare le soluzioni. Il ruolo del dungeon master è quello di un tutor, che coordina senza dirigere, che supporta lasciando decidere, che si affianca come moderatore delle interazioni senza entrare nel merito dei contenuti; questo crea un valore educativo aggiunto per i ragazzi e le ragazze che si cimentano nel gioco.

I posti sono limitati e per partecipare è necessario iscriversi online collegandosi al link www.kidsdragons.com/r/sagata.

“Ho accolto con piacere e curiosità la proposta fattami dall'associazione ‘I compagni della scuola - ha dichiarato Elisa Sgaravato, assessore comunale alle Politiche giovanili -. Sia come assessore, sia come cittadina credo che i giovani abbiano le potenzialità di diventare protagonisti di una società che rimetta al centro il pensiero (logico e creativo al tempo stesso). I nostri ragazzi saranno protagonisti in una dimensione fatta di intelligente lentezza, di sviluppo e valorizzazione delle capacità ludiche e cognitive, di esperienza concreta di incontro, dialogo e condivisione. Ringrazio gli insegnanti della scuola secondaria di primo grado ‘Giovanni Pascoli’ per aver creduto nel progetto e per essersi fatti da prezioso tramite, contagiando con il loro entusiasmo i ragazzi fin dalla fase organizzativa”.

“Siamo felici e onorati per questa possibilità di coinvolgere i ragazzi santagatesi in un progetto di gioco intelligente - sostengono gli organizzatori -. Viviamo in un’epoca in cui i giochi da tavolo e di interpretazione stanno diventando sempre più patrimonio del sentire comune, anche delle nuove generazioni. Alcuni di noi, ragazzi di un recente passato, ricordano bene come alla stessa età incontrammo a nostra volta qualcuno che ci fece da guida in questo mondo, e ci auguriamo di riuscire a trasmettere quello che abbiamo ricevuto. Poche cose soddisfano più di questo: vedere una mente giovane e piena di potenziale accendersi di un nuovo di interesse, passione e curiosità in qualcosa di nuovo e stimolante”.

Gli appuntamenti in biblioteca sono stati preceduti da un incontro in cui le famiglie hanno potuto conoscere, approfondire e scoprire le potenzialità educative del gioco di ruolo, coadiuvati da una psicologa dell’età evolutiva.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento