venerdì 15 febbraio 2019

Ringraziamenti per lo spettacolo "Vittime del silenzio"

Riceviamo e pubblichiamo


L'Associazione Mondo Rosa di Lugo vuole porgere infiniti ringraziamenti a chi ha reso possibile la realizzazione dello spettacolo di danza “Vittime del silenzio” andato in scena il 7 e l'8 febbraio al teatro Rossini.


Grazie in primis all'Amministrazione comunale, al sindaco Davide Ranalli, all'assessore Fabrizio Lolli e in modo particolare all'assessore Anna Giulia Gallegati che, oltre ad aver accolto il progetto hanno lavorato perché questo si potesse realizzare nella modalità in cui è avvenuto, dando la possibilità agli studenti degli Istituti superiori della città di assistere allo spettacolo in modo totalmente gratuito.

Grazie a Rosanna Pasi ideatrice dello straordinario progetto “Leggere...per ballare” che ha saputo innescare l'incontro e la collaborazione fra realtà diverse per la costruzione di una “comunità educante”.

Grazie al regista Arturo Cannistrà che ha toccato le corde più profonde dell'anima donando al pubblico un'ora di emozioni e di bellezza; grazie alla sua collaboratrice Giulia Coliola e agli insegnanti delle scuole di danza Lorena Galassi, Virginie Lescouet, Giada Marescotti, Alessandra Morici, Marilisa Angeli, Marco Sbarzagli, Luna Ronchi, Martina Rizzitelli, Davide Vagnetti, Alessandra Scardovi, Samuele Babini e Sara Buratti che hanno lavorato molto e preparato i ragazzi in modo eccellente.

Grazie a Bianca Belvederi, drammaturga che, onorando i ragazzi della sua presenza venerdì mattina, ha fatto loro una grande lezione di vita.

Grazie alla Biblioteca Trisi, alla sua responsabile Luciana Cumino e alla cartoleria Alfabeta che hanno collaborato perché la lettura fosse al centro del progetto e perché questo evento fosse il punto di partenza di un percorso da costruire.

Grazie infine al numerosissimo pubblico intervenuto, dal quale sono arrivati commenti densi di emozione e commozione e agli insegnanti che con i loro ragazzi hanno partecipato mostrandosi sensibili e attenti ad un tema tanto complesso e difficile da trattare.

Il ricavato della serata del 7 febbraio verrà utilizzato per l'acquisto di materiale per la realizzazione di corredini per i nati prematuri degli ospedali di Ravenna e Rimini.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento